Giro d’Italia 2018: quanto guadagna il vincitore della corsa rosa e gli altri premi

Giro d'Italia allo start: si parte da Gerusalemme. Ecco tutti i premi di questa edizione

Giro d’Italia ai nastri di partenza, prenderà il via oggi con uno start speciale da Gerusalemme la 101esima edizione della gara ciclistica più importante d’Italia.

Quest’anno i primi tre appuntamenti con gli sportivi in sella alle bici si terranno in Israele, segnando di fatto una prima volta, ovvero l’uscita dai confini Europei. Saranno 21 le tappe totali, 3546 i chilometri, 495 le città coinvolte. Arrivo finale a Roma il 27 maggio.

Una gara impegnativa, che vedrà le 22 squadre, per un totale di 176 ciclisti, correre all’inseguimento della maglia rosa e della vittoria.

Ma oltre all’onore del trionfo, quanto guadagnano gli sportivi in gara? Quest’anno il montepremi sarà di 1,5 milioni di euro, 200mila in più rispetto alla cifra che era stata stanziata lo scorso anno. I premi saranno dati in base alla classifica generale, ma anche per i traguardi di tappa.

Al vincitore del Giro d’Italia 2018 andranno 265.668 euro, ovvero 115.668 euro più 150mila di premio speciale. Per la classifica generale il montepremi totale, compreso di premi speciali, è di 592.670 euro. Al secondo arrivato vanno 58.412 euro più 75mila  di premio speciale, al terzo 28.801 più 40mila. Vengono premiati i corridori fino alla ventesima posizione.

Per quanto riguarda i premi di tappa, le cifre naturalmente si fanno più basse. Il montepremi totale destinato agli arrivi ammonta a 578.340 euro. Anche in questo caso sono previsti riconoscimenti fino alla ventesima posizione. Per chi arriva primo 11.010 euro, al secondo 5508 euro e al terzo 2753.

Ma veniamo alla mitica Maglia Rosa, il ciclista che la indossa si aggiudica 2mila euro per tappa. Il totale che è stato stanziato per questa edizione del Giro d’Italia è di 42mila euro.

Non mancano anche le altre maglie. Per quella Ciclamino (punti) sono stati riconosciuti 750 euro per ogni tappa al ciclista che la indossa. I primi tre corridori al traguardo ricevono rispettivamente 800, 500 e 200 euro. I premi in base alla classifica di specialità prevedono che al termine del Giro il primo ottenga 10mila euro, il secondo 8mila e il terzo 6mila.

A chi indossa la maglia Azzurra (Gpm) vanno 750 euro per tappa. I primi tre corridori portano a casa 700, 400 e 200 euro a tappa. Al termine del Giro, invece, vanno 5mila euro al primo in base alla classifica di specialità. Cifra che cala nelle posizioni successive. Premi anche per chi indossa la Maglia Bianca (giovani), che si attestano a 750 euro per tappa. In base alla classifica finale vanno 10mila euro al primo, e poi a scendere.

Per quanto riguarda i Premi per i traguardi volanti, in base alla classifica finale andranno 8mila euro al primo, giornalieri 500 euro. Per le posizioni seguenti si va a scalare.

Al termine del Giro d’Italia verrà riconosciuto anche un premio a chi avrà percorso più chilometri di fuga che ammonta a 4500 euro. 150 euro a tappa. Il ciclista più combattivo, invece, verrà premiato con 4mila euro al termine di tutta la kermesse sportiva, 300 euro invece per ciascuna tappa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giro d’Italia 2018: quanto guadagna il vincitore della corsa ros...