Codice del turismo, più trasparenza e maggiore tutela per i turisti

Il nuovo pacchetto di norme approvato da governo intende tutelare i turisti per rilanciare il settore turistico del Belpaese

Più tutela per i turisti, ma anche aiuti per le imprese del settore al fine di renderle competitive sui mercato esteri. Sono questi gli scopi del Codice del turismo, varato recentemente dal governo.
Vediamo quali sono le novità più importanti.

Vacanza rovinata. Il Codice prevede il risarcimento del danno morale in caso di vacanza rovinata. Nel caso in cui il turista non riesca, per ragioni indipendenti dalla sua volontà, a usufruire dei servizi pattuiti, avrà diritto a un indennizzo calcolato in base al tempo inutilmente trascorso e all’irripetibilità dell’occasione perduta.

Agenzie online equiparate a quelle tradizionali. Scompare ogni trattamento diversificato, ciò significa che sono soggette alle stesse regole e agli stessi controlli. La norma mira a ridurre le truffe online.

Nuove assicurazioni. Oltre al Fondo nazionale di garanzia, previsto per i rischi di organizzazione dei viaggi all’estero, vengono istituite nuove polizze di assicurazione di cui i turisti potranno usufruire.

Ticket per le vacanze. Confermati i buoni introdotti dal governo per le famiglie a basso reddito. La richiesta di contributo – che arriva fino al 45% – va fatto online.

Arriva “Easy Italia”. Si tratta di un call center, attivo 24 ore per tutta la settimana, e avrà il compito di dare informazioni ai turisti in caso di emergenze.

Multiproprietà e animali. Il Codice del turismo attua la disciplina europea sulle multiproprietà: le norme consentono l’acquisto in multiproprietà anche di beni diversi dagli immobili come chiatte, roulotte o navi da crociera. Gli alberghi inoltre, diventano “animal-friendly”, ovvero lo Stato s’impegna a promuovere l’ospitalità dei turisti con animali al seguito.

Codice del turismo, più trasparenza e maggiore tutela per i turi...