Cinque per mille, dipendenti e pensionati i più generosi – Più avari lavoratori autonomi e liberi professionisti

Più avari lavoratori autonomi e liberi professionisti

Le cifre parlano chiaro. Il 73% di chi presenta il modello 730 – riservato ai dipendenti e ai pensionati – sbarra la casella del cinque per mille. La percentuale dei generosi di chi presenta Unico – ovvero lavoratori autonomi e professionisti – scende al 5%.

Le risorse finanziare riservate a enti e associazioni benefiche sono di 400 milioni di euro. Sono circa 41mila le onlus, provenienti da diversi settori: volontariato, ricerca scientifica, enti universitari, ricerca sanitaria e associazioni sportive dilettantistiche.

In passato le preferenze dei contribuenti sono andate per la categoria del volontariato e delle onlus (preferenze per 267,7 milioni di euro).

L’8 e il 5 per mille rappresentano la “destinazione” di una quota delle tasse già dovute. Ciò significa che esprimere una scelta non comporta una maggiorazione delle imposte e non esprimerla non fa risparmiare sulle tasse;
Le due scelte non sono alternative tra loro e possono essere espresse entrambe.
Per esprimere le scelte il contribuente deve compilare l’apposita scheda presente su tutti i modelli di dichiarazione. La scheda va presentata integralmente anche nel caso in cui sia stata fatta soltanto una delle due scelte. Anche chi è esonerato dall’obbligo di presentazione della dichiarazione può effettuare la scelta utilizzando la scheda allegata al Cud.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cinque per mille, dipendenti e pensionati i più generosi – Più...