Calcio gratis in streaming, sequestrati 10 siti pirata. Le partite come ‘opere dell’ingegno’?

Oscurati su denuncia di Mediaset dieci siti che trasmettevano gratuitamente in diretta le partite di Champions e Serie A. Guido Scorza fa luce sui punti più controversi della vicenda

Sequestro preventivo per 10 siti che trasmettevano in diretta streaming online le partite di Champions League e di Serie A. Lo ha disposto il gip di Milano Andrea Ghinetti, a seguito di una denuncia di Mediaset.

"Malgrado le partite di calcio non siano da considerarsi opera intellettuale – scrive il gip nel provvedimento con cui ha disposto il sequestro – le videoriprese di tali eventi (…) allorquando si caratterizzano per uno specifico apporto di tipo tecnico e creativo, possono rientrare tra le opere tutelate". Per questo la polizia postale, su ordine del gip, ha sequestrato i domini internet webcaston.com, freedocast.com, veemi.com, limev.com, mips.tv, hqeast.tv, dinozap.tv, hdeaster.net, ilive.to e LiveScoreHunter.tv.

Per il gip questi siti trasmettevano partite in tempo reale in maniera del tutto simile alle dirette tv di Mediaset, che ha acquistato i diritti per queste manifestazioni sportive. La diffusione su internet dei match, visibili gratuitamente in rete, avveniva quindi secondo il giudice in maniera abusiva e le videoriprese possono essere considerate assimilate alle opere dell’ingegno, da tutelare pertanto attraverso la legge sul copyright.

Ma quando si toccano due temi sensibili come il calcio e il diritto d’autore, si rischia di scoperchiare un vaso di Pandora fumoso ed enigmatico. Per vederci più chiaro ci siamo rivolti a Guido Scorza, avvocato esperto di digitale, al quale chiediamo innanzitutto: una partita di calcio può essere coperta da diritto d’autore?
«In senso letterale, una partita non è assimilabile a un’opera di ingengo poiché non prevede un ‘regista’ (non consideriamo il calcioscommesse…). Tuttavia esistono dei diritti di proprietà intellettuale che esulano dal diritto d’autore e le partite di calcio rientrano tra questi. Un decreto legislativo del 2008 (9/2008) disciplina infatti la gestione dei proventi derivanti dallo sfruttamento degli spettacoli sportivi e concentra i diritti in capo alla Lega Calcio».

I diritti di cui è titolare la Lega sono illimitati?
«No. In altri Paesi, infatti, è successo che la corte di Giustizia europea intervenisse ponendo dei paletti e costringendo le società titolari dei diritti a rendere fruibili gratuitamente in televisione alcuni importanti match. Ma in Italia non è mai capitato».

E Mediaset è un soggetto legittimato a reclamare i diritti sulle partite?
«Qui la situazione è più controversa. Mediaset è solo il soggetto licenziatario e non ‘possiede’ i diritti delle partite. Ma è anche vero che in questo caso sta esercitando i diritti connessi al copyright in qualità di emittente. Resta da capire se è possibile essere titolari di ‘diritti connessi‘ in relazione a un’opera sulla quale non esistono diritti d’autore».

Come è disciplianta la fruizione delle partite in diretta web?
«La Lega non ha mai avuto interesse a promuovere la trasmissione delle partite in streaming, tanto che ha posto in vendita solo “briciole di diritti” per le dirette web, ovvero, solo, “la trasmissione, in modalità pay, delle partite esterne di campionato (esclusa la fase play off-out) disputate da una singola società sportiva».

In questi casi, sequestrare un dominio è un’operazione lecita?
«A condizione che non si inibisca la fruizione di un contenuto lecito. Ovvero, solo nel caso in cui la piattaforma diffonda esclusivamente contenuti illegali».

L’utente che segue una partita in streaming da un sito pirata è perseguibile?
«Di fatto commette un illecito al pari di chi scarica illegalmente un film dalla rete. Ma occorre anche provare che l’utente sia consapevole di compiere un gesto illegale. Nella peggiore delle ipotesi si ricade nell’articolo 171 ter della legge sul diritto d’autore e si rischia una sanzione da 51 a 2.065 euro».
(LF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Calcio gratis in streaming, sequestrati 10 siti pirata. Le partite com...