Intesa-Sanpaolo: 1500 nuove assunzioni

Raggiunto l’accordo azienda-sindacati per l’assunzione di 1500 nuove figure nel prossimo triennio

A cura di

Grazie all’accordo firmato il 21 dicembre 2017 con le organizzazioni sindacali, Intesa-Sanpaolo, a fronte di 9 mila pensionamenti, provvederà per il prossimo triennio (2018-2020) all’inserimento di 1500 nuove risorse. Il gruppo bancario Intesa-Sanpaolo, nato dall’unione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI, è leader in Italia con oltre 4000 sportelli e nel mondo con oltre 9000 filiali.

Le prime 1.000 nuove assunzioni di giovani verranno effettuate con contratto a tempo indeterminato, con maggiore riguardo per le categorie protette (collocamento obbligatorio), per la rete, per le aree svantaggiate del Paese e per i nuovi mestieri e tenendo conto delle persone che ancora oggi lavorano nel gruppo con contratto a tempo determinato.

Le altre 500 assunzioni verranno effettuate con contratto misto, ovvero contratto combinato tra rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato part time e rapporto di lavoro autonomo. Quest’ultima tipologia di inserimento sarà utilizzata soprattutto per la figura di Consulente Finanziario, che dovrà essere iscritta al relativo Albo professionale. Per inviare la vostra candidatura potete cliccare qui

Leggi anche:

Ferrovie dello Stato: opportunità di lavoro per 500 giovani

Personale ATA: rinvio dell’inserimento in graduatoria

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa-Sanpaolo: 1500 nuove assunzioni