Bando tecnici al Sud: 2800 posti di lavoro nel pubblico. Figure ricercate, requisiti, concorso e date

Il Dipartimento della funzione pubblica assume a tempo determinato, tramite bando, 2.800 persone a tempo determinato

Nuovi posti di lavoro nel settore pubblico. Il Dipartimento della funzione pubblica assume a tempo determinato, tramite bando, 2.800 persone di Area III – F1 o categorie equiparate nelle amministrazioni pubbliche, con ruolo di coordinamento nazionale nell’ambito degli interventi previsti dalla politica di coesione dell’Unione europea e nazionale per i cicli di programmazione 2014-2020 e 2021-2027.

Il bando non riguarda però tutta Italia ma solo le Regioni del Sud. Le nuove figure infatti saranno assunte nelle autorità di gestione, negli organismi intermedi e nei soggetti beneficiari delle Regioni:

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Molise
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia.

Bando tecnici al Sud, le figure ricercate e i posti disponibili

Ecco le figure ricercate e i posti a bando:

Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione: 1412 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 2 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 5 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 122 presso la Regione Abruzzo;
  • 56 presso la Regione Basilicata;
  • 201 presso la Regione Calabria;
  • 330 presso la Regione Campania;
  • 31 presso la Regione Molise;
  • 213 presso la Regione Puglia;
  • 173 presso la Regione Sardegna;
  • 275 presso la Regione Sicilia.

Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, gestione, monitoraggio e controllo degli stessi, compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le amministrazioni e i propri fornitori: 918 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 8 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 4 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 3 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 5 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 86 presso la Regione Abruzzo;
  • 42 presso la Regione Basilicata;
  • 117 presso la Regione Calabria;
  • 228 presso la Regione Campania;
  • 26 presso la Regione Molise;
  • 178 presso la Regione Puglia;
  • 103 presso la Regione Sardegna;
  • 118 presso la Regione Sicilia.

Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE) con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza: 177 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 1 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 1 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 4 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 12 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 17 presso la Regione Calabria;
  • 33 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 37 presso la Regione Puglia;
  • 16 presso la Regione Sardegna;
  • 38 presso la Regione Sicilia.

Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE) con competenza in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione, verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti: 169 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 2 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 3 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 2 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 4 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 12 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 17 presso la Regione Calabria;
  • 30 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 32 presso la Regione Puglia;
  • 15 presso la Regione Sardegna;
  • 38 presso la Regione Sicilia.

Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni. Identificazione e progettazione di chiavi per i dati e definizione di cataloghi di dati. Definizione e realizzazione delle condizioni di interoperabilità per l’acquisizione e scambio di dati utili alle amministrazioni: 124 posti a tempo determinato, così suddivisi:

  • 1 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 2 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 1 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 1 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 11 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 13 presso la Regione Calabria;
  • 21 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 21 presso la Regione Puglia;
  • 11 presso la Regione Sardegna;
  • 28 presso la Regione Sicilia.

Per l’individuazione delle amministrazioni rientranti in ciascuno degli ambiti regionali richiamati si rinvia all’allegato 1 pubblicato sul sito del Dipartimento della funzione pubblica http://www.funzionepubblica.gov.it e sul sito: http://riqualificazione.formez.it

Bando tecnici al Sud, i requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione e al momento dell’assunzione:

  • essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria
  • essere maggiorenni
  • essere in possesso almeno del titolo di studio di laurea.

Bando tecnici al Sud, come presentare la domanda

L’invio della domanda deve avvenire unicamente per via telematica compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema Step-One 2019, previa registrazione del candidato, attraverso lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (qui a cosa serve e come richiederlo).

Step One 2019 è il sistema per presentare la candidatura, esclusivamente on line, ai concorsi banditi dalla Commissione Interministeriale per l’attuazione del progetto RIPAM per conto di amministrazioni centrali e locali.

Il sistema consente, attraverso procedure d’uso semplificate per l’utente e con tecnologie avanzate, la gestione delle seguenti funzionalità:

  • autenticazione utenti
  • candidature
  • accesso agli atti.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

Bando tecnici al Sud, come si svolge il concorso: la prova scritta

La prova scritta, distinta per i codici concorso, consistere in un test di 40 domande con risposta a scelta multipla da risolvere in 60 minuti, per un punteggio massimo attribuibile di 30 punti.

La prova scritta, che si intende superata con una votazione minima di 21/30, è volta a verificare la conoscenza teorica e pratica della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e delle specifiche materie di orientamento.

Bando tecnici al Sud, date e sedi della prova scritta

La prova è scritta e consiste in un questionario a risposta multipla di 40 quesiti da svolgere nel tempo di 60 minuti. Le prove scritte si svolgeranno nei giorni:

  • 22 giugno 2021
  • 23 giugno 2021
  • 24 giugno 2021
  • 25 giugno 2021
  • 28 giugno 2021
  • 29 giugno 2021

presso le seguenti sedi:

  • Lazio: Nuova Fiera di Roma, Via Portuense, 1645 – 00148 Roma (ingresso EST, Pad.1 in via A.G.Eiffel);
  • Campania: Mostra d’Oltremare, ingresso viale John Fitzgerald Kennedy, 54, 80125 Napoli;
  • Calabria: Fondazione Mediterranea Terina Onlus, Area ex Sir, Dipartimento 15, 88040 Lamezia Terme (CZ);
  • Puglia: Fiera del Levante – Lungomare Starita n. 4 – 70132 Bari
  • Sardegna: Fiera di Cagliari, Viale Armando Diaz – 09126 Cagliari (ingresso Pad. 1, P.zza Marco Polo)
  • Sicilia: Centro Commerciale Fiera del Sud – Viale Epipoli, 250 – 96100 Siracusa Le Ciminiere, Viale Africa 12 – 95129 Catania.

Nei giorni 28 e 29 giugno 2021, per motivi organizzativi, i residenti in Lazio, nelle altre regioni non tra quelle sopra elencate e all’estero, saranno convocati presso la sede individuata nella regione Emilia Romagna: Bologna Fiere – Viale della Fiera, 20 – 40128 Bologna.

Ogni candidato è convocato in base alla provincia di residenza. I candidati residenti in Basilicata sono convocati insieme ai residenti in Puglia presso la sede individuata nella Regione Puglia. I candidati che hanno dichiarato la residenza in una Regione diversa da quelle sopra elencate così come i candidati residenti all’estero sono convocati presso la sede individuata per la Regione Lazio.

Ciascun candidato riceve, per posta elettronica ordinaria, una lettera di partecipazione con le informazioni utili per la convocazione nonché un QRCODE indispensabile per l’accesso alla prova.

La lettera viene inviata a ciascun candidato qualche giorno prima della data in cui è convocato, all’indirizzo di posta elettronica ordinaria indicato dal candidato stesso in sede di presentazione della domanda.

Bando tecnici al Sud, cosa portare all’esame

Tutti i candidati devono presentarsi puntuali all’ora stabilita, con:

  • valido documento di riconoscimento
  • copia stampata della lettera di partecipazione alla prova concorsuale
  • ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione on line della domanda
  • autodichiarazione Covid da firmare in sede concorsuale
  • referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino faringeo non prima di 48 ore dalla prova concorsuale, con esito negativo.

L’assenza alla prova nella data e nell’ora stabilita per qualsiasi causa, anche dovuta a forza maggiore, comporta l’esclusione dal concorso.

I candidati possono conoscere l’elenco degli ammessi per ogni codice di concorso, l’avviso di convocazione, le istruzioni e le misure di sicurezza anti-Covid, il Protocollo concorsi DFP, l’elenco dei convocati suddivisi per codice concorso e per sede regionale.

Qui il bando completo e qui il protocollo di sicurezza anti-Covid per lo svolgimento dei concorsi pubblici.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bando tecnici al Sud: 2800 posti di lavoro nel pubblico. Figure ricerc...