Università a caccia di iscritti: dai voucher per i tablet alle schede sim

L'obiettivo è evitare l'ennesimo calo degli studenti: alcuni atenei sono disposti a offrire bonus speciali

Le università italiane sono a caccia di iscritti: l’obiettivo è impedire il calo di studenti ricorrente di anno in anno. Dal 2004 al 2019 si sono perse ben 37 mila iscrizioni. L’Italia tra l’altro è al penultimo posto nell’Unione europea per laureati nella fascia 30-34 anni (dietro c’è solo la Romania). Così gli atenei hanno pensato a nuove agevolazioni per gli studenti, così da invogliarli nella scelta di un percorso accademico.

Università, le agevolazioni del governo: tasse ridotte e scaglione Isee alzato

Il governo da un lato ha deciso di abbassare le tasse e incrementare il numero delle borse di studio. Dall’altro, grazie alle risorse del decreto Cura Italia, proverà ad allargare la platea di chi rientra nella no tax area: la soglia sale da 13 mila a 20 mila euro, chi ha un Isee inferiore ai 30 mila euro avrà diritto a sconti dal 10% all’80%. Il Ministero ha anche stanziato 75 milioni di euro alle università statali e 7 milioni alle non statali per diversi interventi, dalla messa in sicurezza delle sedi alla riduzione del gap digitale.

Le offerte delle università: voucher e schede sim

All’innalzamento della no tax area, alcune università accompagnano sconti per i nuovi iscritti. Ci si rivolge alle future matricole che hanno ottenuto almeno 94/100 all’esame di maturità, ma non solo. Potranno ricorrere alle agevolazioni anche gli studenti già iscritti all’ateneo, sulla base dei crediti accumulati. In altri casi, verranno introdotti dei bonus famiglia (più o meno cospicui se gli iscritti nello stesso nucleo familiare sono più di uno) o fondi antiemergenza come quello intitolato ad Agostino Gemelli della Cattolica.

Ci sono poi delle università che, in vista di una ripresa mista tra didattica in presenza e quella a distanza, stanno proponendo agli studenti una scheda sim da 60 Giga per la connessione dati (Milano Bicocca) o 100 Giga (Bologna) e voucher da 100 euro per l’acquisto di un pc o di un tablet, oltre a bonus informatici da 500 euro (Sassari) fino ai fondi ad hoc degli atenei siciliani.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Università a caccia di iscritti: dai voucher per i tablet alle schede...