Tax free shopping, dal 1° settembre scatta l’obbligo di emettere l’e-fattura

(Teleborsa) – Entrerà in vigore il 1° settembre l’obbligo di fatturazione elettronica per il tax free shopping, ovvero per i commercianti che vendono beni esenti da IVA cittadini extra-europei, solitamente turisti. Inizialmente l’obbligo era previsto dal 1° gennaio, ma la data è poi slittata. 

Ora mancano pochissimi giorni per adeguarsi alla nuova disciplina, ma Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Dogane hanno già pubblicato le “istruzioni operative” per l’adeguamento alla nuova regolamentazione.

Prima d’ora la vendita veniva certificata con documento cartaceo, ma dal 1° settembre sarà obbligatorio emettere l’e-fattura e registrarsi al sistema OTELLO 2.0 (Online Tax Refund at Exit: Light Lane Optimization), il sofware che consente l’emissione delle fatture elettroniche degli acquisti tax free shopping e l’invio dei dati alle agenzie delle Dogane e delle Entrate.

Chi è interessato – Sono obbligati ad emettere l’e-fattura tutti i dettaglianti che vendano beni a cittadini non appartenenti all’Unione Europea, che quindi sono esenti dal pagamento dell’IVA.  Vi sono poi dei requisiti per l’esenzione dal pagamento dell’IVA, vale a dire l’acquisto dei beni per uso personale o familiare e l’importo dell’acquisto che deve essere superiore a 154,94 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tax free shopping, dal 1° settembre scatta l’obbligo di emetter...