Tax Day: il 16 giugno paghiamo 40 miliardi di acconti

Si avvicina la scadenza fiscale che anticipa l'estate

Fra acconti e saldi, i contribuenti italiani si troveranno a versare circa 40 miliardi di euro di tasse nelle casse dello Stato il prossimo 16 giugno, ribattezzato ‘Tax day‘. Una cifra comunque inferiore di circa 5 miliardi rispetto alla stessa data dello scorso anno, principalmente per effetto dell’abolizione delle tasse sulla casa e della riduzione dell’Irap.

Per quanto concerne le imposte dirette (Irpef), sono 3 milioni e mezzo i soggetti, persone fisiche e giuridiche, che devono fare i conti con gli studi di settore e per questo motivo hanno chiesto, come ogni anno, un rinvio non ancora concesso.

Ci sono poi le tasse sugli immobili, anche se quest’anno le tesorerie dei Comuni raccoglieranno solo 8 miliardi per l’effetto dell’abolizione delle imposte sulle abitazioni principali. A fornire il gettito saranno dunque i circa 73mila immobili catalogati sotto la categoria “di lusso” e le seconde case, tramite il pagamento dell’IMU e delle cosiddette “tasse gemelle” (IMU e TASI) per i comuni che le hanno mantenute entrambe.

Leggi anche:
Come fare il calcolo Tasi ed IMU per prima e seconda casa
Dichiarazione dei redditi, ecco di documenti da presentare
Dal 2016 anche le spese mediche nel 730 precompilato
Tax Freedom Day, dal 3 giugno non lavoreremo più per il Fisco
Canone Rai, se cambi società della luce puoi fartelo rimborsare in bolletta
Chi paga l’IMU quest’anno?

Tax Day: il 16 giugno paghiamo 40 miliardi di acconti