Tasse, arrivano i rimborsi

I soldi saranno restituiti a chi ha pagato più imposte del dovuto, a chi gode di deduzioni e a chi affrontato spese sanitarie. Ne beneficeranno anche chi non ha avuto bonus famiglia o del bonus incapienti

Per i tartassati contribuenti italiani una buona notizia. L’agenzia delle Entrate, infatti, ha comunicato che sta per partire l’ultima tranche della maxi-operazione “rimborsi 2009”.

Proprio in questi giorni le famiglie dovrebbero beneficiare delle restituzioni che dovrebbero ammontare a circa 550 milioni di euro, mentre torneranno nelle tasche delle imprese la bellezza di 390 milioni di euro.
L’operazione vedrà coinvolti chi ha presentato il modello Unico dunque società e titolari di partite Iva. Chi ha presentato il 730 ne beneficerà direttamente nella busta paga.

I contribuenti che hanno già comunicato le proprie coordinate bancarie all’agenzia delle Entrate riceveranno i soldi direttamente sul conto corrente; tutti gli altri troveranno nei prossimi giorni una lettera dell’agenzia con allegato il modulo di riscossione. Basterà presentarlo a un ufficio postale per ricevere i soldi. Oppure, riceveranno a casa un vaglia dalla Banca d’Italia.

Chi ne ha diritto? I rimborsi riguarderanno principalmente chi ha pagato più tasse del dovuto, chi beneficia di deduzioni e chi ha sostenuto spese sanitarie. Altri 160 milioni sono destinati ai contribuenti che non hanno usufruito del “bonus famiglia” o del “bonus incapienti” tramite il sostituto d’imposta o la dichiarazione dei redditi e hanno richiesto il rimborso all’agenzia delle Entrate.

Tasse, arrivano i rimborsi