Tasse, le rate si pagano senza bollo

Risoluzione delle Entrate sulle richieste derivanti dai controlli per importi inferiori a 2 mila euro

Per le richieste di rateizzazione non si deve pagare il bollo. Lo ha stabilito la risoluzione 55E/2011 dell’agenzia delle Entrate . A condizione che le richiesta di rate interessi importi non superiori ai 2.000 euro e siano conseguenti ad attività di controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni dei redditi e Iva.

La rateizzazione è prevista dall’art. 3-bis, comma 2, del digs n.462/97: il contribuente può chiedere tramite apposita istanza all’ufficio, quando le somme dovute non siano superiori a 2 mila euro, da presentarsi entro i 30 giorni successivi al ricevimento della comunicazione, il beneficio della dilazione in un numero massimo di sei rate trimestrali di pari importo.

La richiesta è motivata dal contribuente sulla base di una temporanea situazione di “obiettiva difficoltà ad adempiere” il pagamento stesso in unica soluzione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse, le rate si pagano senza bollo