Tasse locali, le mani del fisco nelle tasche del Nord

Dai dati della Commissione paritetica non mancano le sorprese, tra i cittadini più tartassati anche quelli della Basilicata e del Lazio

2.364 euro di tasse all’anno. Pagate a Comuni, Province e Regioni da ciascun cittadino. E’ questo il peso del fisco locale emerso dall’analisi della Commissione paritetica sul federalismo fiscale. Il lavoro della Commissione servirà ad impostare le mosse sull’attuazione del federalismo fiscale.

Il quadro che è stato fotografato mostra già una realtà profondamente divisa dal punto di vista geografico. Per esempio in Lombardia i cittadini pagano 2.697 euro ai vari enti locali, in Campania si scende a 1.657. Situazione diversa per quanto riguarda i rifiuti. I campani pagano 128 euro pro-capite, seguiti dai contribuenti pugliesi, 105 euro a testa. La tariffa rifiuti più bassa è quella del Veneto: 24 euro l’anno.

Riepilogando, i tributi prelevati da Comuni, Province e Regioni sono così suddivisi: in media 1.932 euro di tasse alle Regioni, 334 ai Comuni e 88 alle Province.

Per quanto riguarda i trasferimenti, spicca il Molise, penultimo in classifica quanto a tassazione locale, ma al primo posto nel ricevere dallo Stato 1.353 euro per cittadino. Situazione diametralmente opposta per il Piemonte, che riceve meno di tutti: solo 166 euro per ogni piemontese. Altro dato in cui le differenze sono evidenti è quello relativo all’imposta comunale sugli immobili. L’Ici sulla seconda casa è in media di 170 euro pro capite. In Liguria si pagano invece 243 a testa. Risparmiano invece i lucani che pagano 86 euro, a poca distanza dai calabresi che ne spendono 95.

Comunque, data la media dei pagamenti, 2.364, la classifica dei contribuenti più tartassati, mescola le carte sulle differenze Nord-Sud. Infatti dopo la Lombardia si piazzano i contribuenti della Basilicata che pagano di tasse locali 2.571 euro. Terzi i contribuenti del Lazio (2.546 euro); seguiti da Emilia e Toscana (rispettivamente 2.541 e 2.501 euro pro capite). Nella parte bassa della classifica, sotto i 2.000 euro di balzelli, ci sono i cittadini della Campania (1.657 euro), del Molise (1.726 euro) e dell’Abruzzo (1.994 euro).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse locali, le mani del fisco nelle tasche del Nord