Tasse, si potranno pagare in 72 rate

La rateizzazione per i contribuenti in difficoltà diventa strutturale. Mentire al Fisco non sarà reato

L’amministrazione finanziaria cerca di adeguare le proprie pretese all’economia reale. Infatti si allungano le rateazioni – fino a 72 rate – per i contribuenti in difficoltà. Inoltre mentire al Fisco non sarà reato, lo diventa nel caso vengano esibiti documenti falsi. Queste misure sono previste dagli emendamenti proposti in Parlamento al decreto salva-Italia (decreto legge 201/2011).

Per quanto riguarda le rateazioni, si mette a regime una facoltà prevista dal cosiddetto decreto Milleproroghe. E’ prevista la rateizzazione pure in maniera retroattiva, anche i debitori che hanno ottenuto la dilazione tra il 27 febbraio 2011 e l’entrata in vigore delle legge di conversione del decreto legge 225/2010 (il Milleproroghe), e non risultano in regola con i pagamenti, potranno beneficiare dell’allungamento. Spetta ai contribuenti attivarsi prima che intervenga la decadenza e dimostrare l’avvenuto peggioramento della propria situazione. E’ prevista, inoltre, la possibilità di chiedere, al posto del pagamento costante, rate variabili di importo crescente per ciascun anno.

Sulle sanzioni penali la virata è notevole. Mentire al Fisco non sarà più reato, lo sarà esibire documenti falsi. Dunque la punibilità penale prevista dalla manovra Monti resta per chiunque “esibisce o trasmette atti o documenti falsi”, mentre viene meno per il contribuente che “fornisce dati e notizie non rispondenti al vero”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse, si potranno pagare in 72 rate