Tasi, ecco il bollettino. Ma per Confedilizia “è contro la legge”

Pronto il bollettino di conto corrente postale per il versamento del tributo sui servizi indivisibili (TASI). Ma è polemica sui 'precompilati'

La Tasi è ancora in attesa della soluzione del nodo scadenze e solo duemila Comuni  sono riusciti a stabilire le aliquote, ma i bollettini per il suo pagamento sono pronti.
È stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro dell’Economia e delle finanze del 23 maggio 2014, con il quale si approva il modello di bollettino di conto corrente postale per il versamento del tributo sui servizi indivisibili (TASI).

Nel testo si specifica che i bollettini dovranno essere messi gratuitamente a disposizione dalle Poste e i comuni che intendano personalizzarli, inviandoli cioè precompilati ai contribuenti, dovranno avere l’autorizzazione dalle Poste stesse.

BOLLETTINI TASI PRECOMPILATI: ILLEGALI?

Il decreto per i bollettini Tasi riporta letteralmente "Il comune può inviare ai soggetti interessati i bollettini di conto corrente postale, prestampati negli spazi appositamente previsti, sia nel corpo del bollettino che nella zona di lettura ottica". Ma secondo Confedilizia questa clausola contrasta con la legge.

Lo sostiene il presidente dell’associazione della proprietà edilizia, Corrado Sforza Fogliani. "La legge di stabilità prevede per la Tasi l’invio ai contribuenti interessati di modelli di pagamento preventivamente compilati da parte degli enti impositori, solo subordinandolo all’emanazione di un decreto del direttore generale del Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia e delle finanze – spiega in una nota – Il fatto che nel decreto per i bollettini di conto corrente postale, appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, la precompilazione sia invece lasciata alla facoltà dei Comuni preoccupa e non deve assolutamente significare un illegittimo superamento della legge". 

MODALITA’ PAGAMENTO TASI

Il contribuente puo’ effettuare il versamento della TASI presso gli Uffici Postali con il preposto bollettino, oppure tramite servizio telematico gestito da Poste Italiane S.p.A. In quest’ultimo caso, il contribuente riceverà la conferma dell’avvenuta operazione con le modalita’ previste per il Servizio di collegamento telematico.
per ricevuta dell’avvenuto pagamento elettronico il contribuente riceverà, unitamente alla conferma di
avvenuta operazione, l’immagine digitale del bollettino e una comunicazione in formato testo contenente tutti i dati identificativi del bollettino e del bollo virtuale di accettazione.

Il modello di bollettino di conto corrente postale deve riportare il seguente numero di conto corrente: 1017381649, valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale.
Su tale conto corrente non è ammessa l’effettuazione di versamenti tramite bonifico.
Il conto corrente postale per il versamento del tributo per i servizi indivisibili è obbligatoriamente intestato a "Pagamento Tasi".

DISPONIBILITA’ DEI BOLLETTINI

Le Poste devono provvedere a far stampare a proprie spese i bollettini previsti, assicurandone la disponibilità gratuita presso gli uffici postali.

Tasi, ecco il bollettino. Ma per Confedilizia “è contro la ...