Stati Uniti inviano a OCSE proposta per “tassazione minima” multinazionali

(Teleborsa) – Netta inversione di rotta degli Stati Uniti, che hanno inviato all’OCSE una proposta per una “tassazione minima globale” sulle multinazionali, collegata a dove queste realizzano il fatturato derivante dalle vendite e non alla sede amministrativa e fiscale.

Una proposta, scrive il Financial Times, contenuta in un documento di 135 pagine inviato dal Dipartimento del Tesoro USA all’Organizzazione che ha sede a Parigi, proprio mentre è in corso il G20 delle finanze, che sta prendendo seriamente in considerazione questo tema.

L’apertura alla tassazione delle Corporates operanti a livello internazionale era stata annunciata qualche giorno fa da Janet Yellen, attuale Segretario al Tesoro USA ed ex Presidente della Fed, e supportata dal Presidente americano Joe Biden, che sta rivedendo il regime di tassazione delle imprese e valutando anche l’ipotesi di una tassa globale.

Il tema è stato dibattuto anche al tavolo del G20 delle Finanze, che si è svolto sotto la presidenza italiana, in vista delle assemblee annuali del Fondo monetario internazionale e della Banca Mondiale. A questo proposito, nella conferenza finale, il Ministro Daniele Franco ha annunciato che un accordo si attende per luglio in occasione del terzo incontro a Venezia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti inviano a OCSE proposta per “tassazione minima&#8221...