Spesometro in tilt. Professionisti sul piede di guerra

(Teleborsa) – “Servizio web temporaneamente sospeso per manutenzione”. E’ questo il messaggio che campeggia sulla pagina web del sito dell’Agenzia delle Entrate preposta all’invio delle fatture emesse e ricevute nel primo semestre del 2017.

Un messaggio, questo, che ha messo ulteriormente in agitazione professionisti e commercialisti alle prese con lo “spesometro”, al punto da indurre il Consiglio nazionale dei commercialisti a chiedere lo slittamento dei termini o la non applicazione delle sanzioni.

Come noto il termine per comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture è il prossimo 28 settembre. A inizio settembre la scadenza è stata prorogata (inizialmente era fissata al 16 settembre) su proposta del Ministero dell’Economia per “venire incontro alle esigenze segnalate dai professionisti”, ma gli addetti ai lavori avevano chiesto uno slittamento di almeno un mese.

Spesometro in tilt. Professionisti sul piede di guerra