Senato USA approva la riforma fiscale di Donald Trump

(Teleborsa) – La riforma fiscale USA è sulla rampa di lancio, dopo che sabato il Senato USA ha approvato il maxi taglio delle tasse voluto dai Repubblicani e dal Presidente Donald Trump. L’approvazione era ormai largamente attesa, dopo le aperture dei senatori e dei deputati a convergere su un’unico testo. 

La riforma fiscale, approvata dai senatori con 51 voti a favore e 49 contrari, prevede un taglio delle imposte sulle imprese e sui privati con redditi più alti dall’attuale 35% al 20%, ma il testo dovrà essere “riconcicliato” (armonizzato) con quello approvato alla camera e potrebbe esservi una convergenza attorno ad un tetto massimo del 20% o del 22%.

Naturalmente, la riforma farà esplodere il debito degli Stati Uniti di circa 1.400 miliardi di dollari in 10 anni, che andranno ad aggiungersi all’attuale debito che ammonta sui 20.000 miliardi di dollari. Tuttavia, secondo i piani di Trump, il taglio delle imposte dovrebbe far accelerare notevolmente la crescita dei profitti delle imprese e quindi dell’economia.

Il Presidente, parlando ai giornalisti alla Casa Bianca prima del voto, aveva sollecitato il Senato a votare la “enorme riforma fiscale” ed ha affermato che “gli americani saranno molto, molto più felici”.

Dopo il voto, il portavoce del Repubblicani al Senato, Mitch McConnell, ha affermato “ora abbiamo l’opportunità di rendere l’America più competitiva, di impedire che i posti di lavoro vengano scippati all’estero e di fornire un sollievo sostanziale alla classe media”. Il leader dei democratici Chuck Schumer invece ha sparato a zero, affermando che “i Repubblicani hanno gestito in modo sbagliato la riforma e l’hanno peggiorata”. 

La scommessa della riforma fiscale ha stimolato il rally dei mercati americani, che hanno realizzato una performance brillante negli ultimi mesi, continuando ad aggiornare i record storici.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Senato USA approva la riforma fiscale di Donald Trump