Scudo fiscale, proroga di un anno per le operazioni più complesse

Ma rimane invariato il termine del 15 dicembre per la dichiarazione e per il pagamento dell’imposta

C’è tempo fino al 31 dicembre 2010 per le operazioni di rimpatrio più difficili. Lo ha stabilito l’Agenzia delle entrate che ha confermato il termine del 15 dicembre per la dichiarazione riservata e per il pagamento dell’imposta straordinaria.
Invece è fissato al 18 dicembre il termine ultimo per il versamento da parte degli intermediari dell’imposta straordinaria sulle operazioni di rimpatrio o regolarizzazione di attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero, effettuate tra il 1° e il 15 dicembre. Lo comunica l’Agenzia delle Entrate. 

La proroga riguarda i casi in cui la mancata conclusione delle operazioni di emersione sia legata a “cause oggettive non dipendenti dalla volontà del contribuente”. Per esempio il ritardo nel completamento delle operazioni – ma non, come si è visto, nel versamento dell’imposta – è ammesso nelle ipotesi di ritardi nell’esecuzione dei bonifici transfrontalieri da parte degli intermediari non residenti. Oppure quando è necessario completare operazioni di liquidazione delle attività o è richiesto di acquisire la redazione di eventuali perizie di stima al fine di attestare il valore di beni come gioielli o oggetti d’arte.

La versione 2009 dello scudo copre non soli i reati tributari “basic” cioè l’omessa o infedele dichiarazione (ovvero i redditi o i patrimoni non dichiarati e nascosti all’estero). La nuova formula estende la non punibilità ad altri reati fiscali e societari, primo fra tutti il falso in bilancio (che in Italia è stato già in parte depenalizzato), ma anche la falsa fatturazione, l’occultamento o la distruzione di documenti contabili, nonché i reati “necessari” per eseguire o nascondere i precedenti come il falso in atto pubblico o nelle scritture private o le false comunicazioni sociali. L’allargamento della copertura a questi reati estende automaticamente anche il campo degli “utilizzatori finali”. Non più solo le persone fisiche ma, in pratica, anche le società di capitali (nella persona “fisica” dell’amministratore della società).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scudo fiscale, proroga di un anno per le operazioni più compless...