Rimborso tasse sul conto: l’agenzia delle Entrate chiede l’Iban ai contribuenti

I contribuenti interessati, spiegano dall’agenzia, sono circa 105mila

Il rimborso delle tasse arriva direttamente sul tuo conto corrente. L’Agenzia delle Entrate sta chiedendo l’Iban ai contribuenti per velocizzare le pratiche dei rimborsi fiscali. I codici Iban dovranno arrivare via posta elettronica certificata, Pec, o tramite posta ordinaria.

CHI RIGUARDA – Le persone interessate, spiega l’agenzia, sono circa 105mila, tra le quali chi ha presentato il modello 730 in mancanza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare i conguagli (come, chi ha perso il lavoro), a cui si aggiungono circa 50mila società che hanno richiesto il rimborso dell’Ires con la dichiarazione annuale dei redditi o con la domanda telematica legata all’indeducibilità forfetaria dell’Irap (art. 6 Dl n. 185/2008).

L’invito indirizzato alle persone fisiche arriva nella cassetta delle lettere, mentre quello rivolto alle aziende viaggia, tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo Pec della società presente nel registro delle imprese. Due opzioni per fornire l’Iban: i servizi telematici o gli uffici dell’Agenzia.

Leggi anche: Redditometro flop, così cambia la lotta all’evasione

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rimborso tasse sul conto: l’agenzia delle Entrate chiede l&#8217...