Riforma fiscale: così gli ultimi decreti cambiano il Fisco

Minori costi, riscossione più flessibile, monitoraggio sulle agevolazioni fiscali e riforma delle sanzioni

Diverse le novità introdotte dal Governo ai cinque decreti attuativi della Riforma Fiscale approvati in secondo esame dal CdM del 4 settembre: in particolare una maggiore flessibilità sulle cartelle esattoriali a rate, niente anatocismo sulle somme iscritte a ruolo, riduzione aggio Equitalia, notifiche via PEC a imprese e professionisti, verifica quinquennale sugli incentivi fiscali, entrata in vigore a due velocità per il nuovo sistema sanzionatorio (subito le nuove sanzioni penali, dal 2017 quelle amministrative). Ora, i provvedimenti tornano in Aula per i necessari pareri prima del via libero definitivo, previsto entro fine settembre, che segnerà il completamento dell’attuazione della delega di Riforma fiscale. Vediamo una sintesi dei cinque decreti mettendo in luce le novità.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riforma fiscale: così gli ultimi decreti cambiano il Fisco