Riforma fiscale: cresceranno le agevolazioni per famiglie e contribuenti a basso reddito

Nessuna riduzione delle aliquote Irpef. Rivoluzione per le imposte sulla casa

La prossima settimana il Consiglio dei ministri dovrebbe dare il via libera alla riforma fiscale. Un intervento che, nelle intenzioni dell’esecutivo, dovrebbe rilanciare la crescita attraverso un tendenziale alleggerimento della pressione fiscale. Un traguardo che si intende raggiungere attraverso la strada della semplificazione delle agevolazioni fiscali e delle detrazioni a favore della famiglie. Inoltre il prelievo dovrebbe spostarsi dalle imposte dirette (ovvero sul reddito) a quelle indirette (ovvero sui consumi).

Con proventi dalla lotta all’evasione e dal contenimento della spesa pubblica la pressione fiscale porterà a un allentamento della stretta fiscale. Intervento che non coinvolgerebbe le aliquote Irpef, ma punterebbe all’aumento delle detrazioni per i contribuenti meno abbienti e per le famiglie numerose.

Difficile, per ora, la riduzione dell’aliquota Irpef più bassa dal 23 al 20%. Il motivo? Mancanza di risorse per un’operazione che costerebbe allo Stato 15 miliardi di euro. Al limite la riduzione potrebbe essere “non strutturale” – dunque temporanea – attingendo da un fondo taglia Irpef che si alimenterà con il recupero dell’evasione.
Rivoluzione anche per le imposte sugli immobili. I tributi non si pagheranno non più solo in metri quadrati, ma pure in vani e l’importo sarà calcolato non solo in funzione del valore patrimoniale, ma anche considerando le spese di gestione e di manutenzione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riforma fiscale: cresceranno le agevolazioni per famiglie e contribuen...