Al via il nuovo redditometro, contribuente ai raggi X

Tra i nuovi indicatori pure la frequentazione di centri benessere, i viaggi all’estero, l’iscrizione dei figli a scuole di prestigio e la colf

Arriva a disturbare il sonno degli italiani meno onesti il nuovo redditometro. Oltre ai classici indicatori di reddito, quali la casa, l’assicurazione auto, il Fisco passerà ai raggi X, anche altri come i viaggi all’estero, la frequentazione di centri benessere, la piscina e la colf.
In presenza di questi elementi, l’amministrazione tributaria potrà procedere ad accertamenti per individuare la reale base imponibile.

E’ quanto è previsto in una recente nota dell’agenzia delle Entrate che ha reso operativo il piano straordinario di controlli per il 2010 (previsto nel decreto legge n. 112/2008).

Dunque, come detto, le informazioni del redditometro si arricchiscono di altri dati che arrivano sia dal modello Unico sia da altre fonti. Per esempio accanto ai contributi per le colf o agli interessi sul mutuo, sono valutati pure gli interventi per il recupero edilizio, i permessi per costruire, le installazioni di piscine, iscrizione dei figli in scuole di prestigio, l’acquisto di mini car.

I nuovi dati andranno affiancati a quelli “tradizionali”, previsti dal d.m. 19 novembre 1992, in modo da costruire l’effettivo reddito del contribuente. L’afflusso di tutte queste informazioni porranno le basi per la costituzione di un data base unitario funzionale a un software specifico di supporto per l’attività di accertamento.
In pratica la creazione di questa nuova anagrafe tributaria consentirà maggiore efficacia dei controlli incrociati per scovare eventuali evasioni fiscali.

Al via il nuovo redditometro, contribuente ai raggi X
Al via il nuovo redditometro, contribuente ai raggi X