Recupero edilizio, risparmio energetico e arredi: i bonus fiscali previsti dalla Stabilità

Nel 2015 vi sarà ancora la possilità di usufruire degli sconti del fisco per numerosi interventi edilizi e acquisto arredi. Ma raddoppia la ritenuta di acconto

a cura di 
Fisco 7

Ci sarà tempo fino alla fine del prossimo anno per usufruire dei bonus fiscali relativi al recupero edilizio, risparmio energetico e bonus arredi. La nota dolente, però, è data dal fatto che raddoppierà, passando dal 4% all’8%, la ritenuta d’acconto che banche e poste operano sui bonifici di pagamento dei lavori di ristrutturazione ed efficienza energetica agevolati. Vediamo quindi come cambieranno, con la Legge di Stabilità 2015 in corso di approvazione, i bonus edili

CASA E BONUS FISCALI: QUI L’INFOGRAFICA

Per chiarire meglio le novità apportate dalla Legge di Stabilità 2015, confrontiamo le caratteristiche dei bonus fiscali in tre archi temporali diversi: quello attuale al 31 dicembre 2014, quello successivo all’approvazione della Legge di Stabilità e, infine, quello successivo al 1° gennaio 2016 (salvo modifiche).   

  2014

2015
(come da bozza ddl Stabilità)

2016
TIPOLOGIA DETRAZIONE
SPESA MAX
DETRAZIONE
SPESA MAX
DETRAZIONE
SPESA MAX
RECUPERO EDILIZIO 50%
€96.000
50%
€96.000
36%
€ 48.000
RISPARMIO ENERGETICO 65% 65% 36%
€ 48.000
RISPARMIO ENERGETICO CONDOMINI 65% 65% 36%
€ 48.000
BONUS ARREDI 50%
€10.000
50%
€10.000
NON PREVISTO
RECUPERO ANTISISMICO ZONA 1 E 2 65%
€96.000
(50% in altre zone)
50%
€96.000
36%
€ 48.000

Riepiloghiamo gli interventi che godono dell’agevolazione fiscale per quanto riguarda il RISPARMIO ENERGETICO, con detrazione massima e relativi limiti di spesa, confrontando la situazione attuale con quella che si realizzerà dopo l’approvazione della Legge di Stabilità 2015.

TIPOLOGIA INTERVENTI DETRAZIONE MAX
2014-2015
2014
DETRAZIONE 65%
2015
DETRAZIONE 65%
(come da bozza ddl Stabilità)
    SPESA MAX
 
SPESA MAX
 
riqualificazione energetica € 100.000 € 181.818,18   € 181.818,18
involucro degli edifici esistenti € 60.000 € 92.307,69  € 92.307,69
installazione pannelli (solare termico) € 60.000 € 92.307,69  € 92.307,69
sostituzione impianti di climatizzazione invernale € 30.000 € 46.153,85  € 46.153,85

 Ecco cosa emerge dal raffronto: 

1.     Anche per il 2015 la detrazione per il recupero edilizio è pari al 50%, con un limite di spesa pari a € 96.000;

2.     Viene prorogata per tutto il 2015 la detrazione per il risparmio energetico pari al 65% della spesa ammissibile secondo i limiti consentiti dalle leggi attuali;

3.     Viene prorogato fino al 31 dicembre 2015 l’ecobonus per gli interventi sulle parti comuni dei condomini previsto fino al 30 giugno 2015 nella misura massima del 65%;

4.     Per il 2016 sia per il recupero edilizio che per il risparmio energetico la percentuale di detrazione viene abbassata al 36% e il limite massimo di spesa viene abbassato a € 48.000;

5.     Non beneficia di alcuna proroga la detrazione per gli interventi relativi alla messa in sicurezza statica (bonus antisismico) degli edifici nelle zone 1 e 2, che nel 2015 sarà pari al 50%;

6.     Viene prorogata fino alla fine del 2015 la detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nell’ambito di interventi di recupero edilizio.

L’amara sorpresa della Legge di Stabilità 2015 riguarda invece la ritenuta a titolo di acconto che gli istituti di credito devono operare sui bonifici disposti dai contribuenti in favore delle imprese che effettuano le opere di ristrutturazione e risparmio energetico. La ritenuta, infatti, ad oggi pari al 4%, passerà all’8% dal prossimo anno.
 
 RITENUTA A TITOLO DI ACCONTO EX D.L. 78/2010
OPERATA DA BANCHE E POSTE
 2014  2015
 4%  8%
Nicolò Cipriani – Centro Studi CGN
 

VEDI ANCHE
Bonus acquisto mobili ed arredi: conferma per il 2015. Come funzionano gli sconti fiscali
– Ecobonus e ristrutturazioni, come detrarre le spese. Istruzioni
Arriva la riforma catasto, tutto quello che c’è da sapere

 

Recupero edilizio, risparmio energetico e arredi: i bonus fiscali prev...