Rai, canone con l’elettricità

Chi ha un’utenza dovrà obbligatoriamente pagare l’abbonamento

Ogni intestatario di utenza elettrica dovrà automaticamente pagare il canone Rai. E’ questa la proposta lanciata dal viceministro allo Sviluppo Economico, Paolo Romani in occasione della presentazione del rapporto annuale sulla televisione digitale, realizzato dalla fondazione Einaudi e It Media consulting.

Per il viceministro l’entità dell’evasione è insostenibile. “Ammonta a 685 milioni di euro” – ha detto – “evidenziando che sono le regioni del Sud Italia a guidare la classifica degli evasori. Per questo il governo sta studiando una norma che si basa sul presupposto per cui chi è proprietario di un’utenza elettrica ha la televisione. Se non ce l’ha, fa un’autocertificazione per comunicare di non possedere la tv. Si inverte l’onere della prova”.

La principale novità della proposta consiste nel fatto che essendo il canone legato a un’utenza precisa sarà possibile rintracciare gli evasori sollecitando gli uffici dell’amministrazione finanziaria.
Le somme riscosse dovrebbero andare, secondo Romani, a investimenti per il potenziamento dei canali gratuiti realizzati dalla Rai sul digitale.

Rai, canone con l’elettricità