Pressione fiscale record. A partire dal 2014

I tagli lineari della manovra correttiva aumenteranno il carico fiscale sulle tasche degli italiani

Altro che diminuzione delle tasse. Nelle tasche degli italiani il Fisco si appresta a mettere non solo le mani, ma tutte le braccia. A partire dal 2014, infatti, si faranno sentire gli effetti della manovra.

Il taglio lineare del 20% di tutte le agevolazioni fiscali colpiranno tutti i redditi, anche quelli più bassi, portando a livelli record la pressione fiscale. La stima è della Cgia di Mestre: fra tre anni la pressione fiscale salirà al 44,1%, percentuale record di sempre.

Prima della manovra correttiva, i calcoli davano un pressione fiscale, per il 2014, al 42,5%, dopo l’entrata in vigore del decreto, il peso fiscale si porterà al 44,1%, ovvero un balzo del 1,6%. Fra tre anni se il Pil non crescerà, ci sarà un differenziale di + 0,4% rispetto al 1997.

Il precedente record era quello dell’anno 1997 con il varo dell’eurotassa da parte del Governo Prodi, un una tantum che portò la pressione fiscale al 43,7%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pressione fiscale record. A partire dal 2014