Operativo il nuovo redditometro. Ottanta indicatori sotto la lente del fisco

Parte il nuovo metodo di misurazione dei redditi. Al setaccio case, auto, vacanze

La “primavera della lotta all’evasione“, come l’ha definita Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate, comincia a febbraio. Da questo mese infatti, dopo alcuni mesi di sperimentazione ristretta, il nuovo redditometro va a regime (la piena operatività è prevista entro giugno). Assieme ai blitz della Finanza nei locali di Cortina e Milano (e degli altri che seguiranno in tutta Italia) e ai controlli bancari a tappeto, rappresenta una azioni strategica nella guerra ai furbetti dichiarata dal fisco.

Saranno incrociati i dati provenienti dalle dichiarazioni fiscali e da varie altre fonti (banche, registri immobiliari ecc.) per individuare i possibili segnali di discrepanza tra il reddito dichiarato e quello necessario per mantenere un determinato tenore di vita. Se la differenza risulta superiore al 20% scatta in automatico il controllo e l’accertamento esecutivo.

Per farci la radiografia l’Agenzia delle Entrate utilizzerà un griglia composta da ben 80 voci divise in 7 categorie: si va dalle prime e seconde case, all’auto e agli altri mezzi di trasporto, al tipo di scuole o attività sportive dei figli, alle vacanze di famiglia, alle azioni o ai Bot posseduti. Ecco l’elenco completo. (A.D.M.)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Operativo il nuovo redditometro. Ottanta indicatori sotto la lente del...