Niente canone Rai per i possessori di computer

Marcia indietro dell'ente televisivo: la tassa si paga solo per il possesso di un televisore

Mai è stato richiesto il pagamento del canone "per il mero possesso di un personal computer collegato alla rete, i tablet e gli smartphone". Lo ha precisato la Rai, dopo un confronto avvenuto questa mattina con il ministero dello Sviluppo Economico.

"La lettera inviata dalla Direzione Abbonamenti Rai – ha chiarito l’azienda in una nota – si riferisce esclusivamente al canone speciale dovuto da imprese, società ed enti nel caso in cui i computer siano utilizzati come televisori (digital signage) fermo restando che il canone speciale non va corrisposto nel caso in cui tali imprese, società ed enti abbiamo già provveduto al pagamento per il possesso di uno o più televisori".
"Ciò quindi – ha precisato ancora la Rai – limita il campo di applicazione del tributo a una utilizzazione molto specifica del computer rispetto a quanto previsto in altri Paesi europei per i loro broadcaster che nella richiesta del canone hanno inserito tra gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione radiotelevisiva, oltre alla televisione, il possesso dei computer collegati alla Rete, i tablet e gli smartphone".
La Rai ha ricordato, quindi, che "in Italia il canone ordinario deve essere pagato solo per il possesso di un televisore".

L’importo da pagare è pari a 112 euro (se si paga entro febbraio sovra-tassa di 8,70 euro). Il versamento può essere fatto presso gli uffici postali, nelle tabaccherie, per telefono con carta di credito, tramite internet o agli sportelli bancomat. Il rinnovo dell’abbonamento in forma semestrale o trimestrale si può effettuare utilizzando solo le modalità postali.

L’obbligo del pagamento interessa "chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive, indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo" (regio decreto legge n. 246/1938). Ciò significa che il canone costituisce una vera e propria imposta di carattere nominale, intestata al singolo detentore o possessore dell’apparecchio televisivo. Il pagamento prescinde dal numero di apparecchi utilizzati e dalla loro effettivo utilizzo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Niente canone Rai per i possessori di computer