Moscovici continua il dibattito su criptovalute e webtax

(Teleborsa) – Criptovalute, webtax, ma anche squilibri macroeconomici e conti pubblici. Sono questi gli argomenti toccati dal Commissario Europeo agli Affari economici Pierre Moscovici durante un’ audizione al Parlamento europeo.

“E’ necessario che le imprese digitali paghino la loro quota di tasse dove creano valore aggiunto e utili, noi proponiamo un meccanismo semplice che consenta di evitare la doppia imposizione”. Secondo Moscovici è necessario definire un certo numero di criteri ad hoc in base ai quali accertare l’effettiva presenza e l’attività delle imprese digitali. “Questo è il grande lavoro che ci attende”.

Sulle criptovalute, il Commissario ha spiegato che l’Unione Europea sta riflettendo al modo più efficace di regolamentare il settore, assieme agli altri Paesi del G20 dell’OCSE. In particolare anche l’uso delle criptovalute come meccanismo di riciclaggio e evasione da parte della grande criminalità organizzata rappresenta “un tema ampio che coinvolge i portafogli di diversi euro-commissari. Abbiamo parlato delle criptovalute e della loro regolazione nell’ambito del G20 – ha detto Moscovici – e stiamo riflettendo nel modo più efficace di farlo all’OCSE”.

Non poteva mancare un accenno agli squilibri macroeconomici e ai conti pubblici “Siamo aperti al dialogo nell’ambito del semestre europeo”, ha affermato il Commissario UE.

Moscovici continua il dibattito su criptovalute e webtax