Modello 730, guida alla dichiarazione dei redditi 2013. Cosa cambia e come compilarlo

Si avvicina per molti contribuenti l'appuntamento con il "730", il modello per la dichiarazione dei redditi di dipendenti e pensionati. La guida alle novità 2013, i modelli da scaricare e le istruzioni per compilarlo

Anche quest’anno è scoccato l’appuntamento con il modello 730, la dichiarazione dei redditi "fai-da-te", quella che in alcuni casi può essere compilata anche senza l’aiuto di professionisti. Non bisogna fare i calcoli delle imposte, basta indicare i redditi, le spese detraibili o deducibili e poco altro (la parte che dev’essere compilata dal contribuente è di sole quattro pagine): il resto lo fa il datore di lavoro, il Caf (centro di assistenza fiscale) o un professionista abilitato.

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione anche un file pdf editabile per compilare il 730 direttamente sul computer di casa. Alla fine della compilazione il modello dovrà essere stampato, firmato e consegnato al soggetto di riferimento.

Le scadenze sono il 16 maggio per chi lo consegna alla propria azienda o il 10 giugno per chi usa il Caf o il commercialista.

Nel 730 di quest’anno debuttano l’esenzione dall’Irpef per gli immobili non affittati che hanno già pagato l’Imu, nuove aliquote per le ristrutturazioni, nuove chiese in corsa per l’8 per mille. Vediamo nel dettaglio le novità di quest’anno e le principali regole per la compilazione e la presentazione del modello.

Modello 730, guida alla dichiarazione dei redditi 2013. Cosa cambia e ...