Manovra finanziaria, ecco le novità

Disco verde per il decreto con cui il governo ha anticipato la manovra 2009-2011

 

L’originario decreto legge è stato sensibilmente modificato dal governo che ha in gran parte recepito le novità introdotte nel corso dell’esame in commissione.
Vediamo quali sono le novità che più direttamente interessano le tasche dei cittadini.

Assegni e conti correnti
Si alza a 12.500 euro – prima era 5.000 – il limite massimo per l’utilizzo del contante e degli assegni liberi, senza la clausola di non trasferibilità. Scompare l’obbligo che prevedeva, per ciascuna girata, l’apposizione del codice fiscale del girante. Si deve sempre pagare l’imposta di 1,50 euro per ogni assegno circolare o postale rilasciato in forma libera. Scompare l’obbligo per i lavoratori autonomi e i professionisti di tenere un conto corrente bancario o postale separato per l’esercizio dell’attività.

Carburante
Automatico il meccanismo della sterilizzazione del maggior gettito Iva, conseguente all’aumento del prezzo del petrolio, attraverso la riduzione delle accise, con effetti sul prezzo finale. E’ altresì prevista una riorganizzazione e una liberalizzazione per gli impianti di distribuzione.

Comunità montane
Non scompariranno, ma controlli più rigorosi per i finanziamenti. In totale la sforbiciata sarà di 30 milioni di euro dal 2009 al 2011.

Class action
Prorogata al 1° gennaio 2009 l’entrata in vigore della disciplina, introdotta con la Finanziaria 2008. Sarà estesa anche al settore pubblico.
Contratti a tempo determinato
Novità sulle sanzioni. In caso di violazione delle disposizioni sul termine e sulla proroga, non scatterà il passaggio al tempo indeterminato, ma ci sarà un indennizzo di importo compreso “tra un minimo di 2,5 a un massimo di sei mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto”.

Cumulo redditi-pensione
Confermata la totale cumulabilità, a partire dal 1° gennaio 2009, tra pensioni dirette di anzianità e redditi da lavoro autonomo e dipendente.

Energia nucleare
L’autorità per l’energia avrà il compito di svolgere attività consultiva al governo circa la realizzazione di impianti termo-nucleari. E poi via libera alla ricerca sul nucleare di quarta generazione.

Robin tax
Rispetto alla versione originale è stata eliminata l’incremento delle royalty sulla produzione di idrocarburi e il suo acconto a novembre e il conferimento allo Stato dal 2009 di una quota, espressa in barili, pari all’1% delle produzioni annue ottenute a decorrere dal 10 luglio 2008 dalle concessioni di coltivazioni di idrocarburi. Introdotta l’esenzione dall’addizionale Ires di chi opera in via marginale nei settori petrolifero e dell’energia o produce energia con fonti rinnovabili. Nello stesso tempo diventa più pesante il conto per le società che abbiano optato per la tassazione di gruppo perché è chiarito che l’imposta va versata dalle singole società.

Scuola
Parte il piano per ridurre il numero dei docenti e il personale tecnico ausiliario. Stabilito che l’obbligo scolastico a 16 anni può essere assolto anche frequentando le scuole professionali.

Social card
Istituita la carta acquisti per sostenere i pensionati al minimo e le fasce a basso reddito. La card è rivolta unicamente ai cittadini italiani. Sarà finanziata dalla Robin tax e dal fondo derivante dai conti dormienti.

Ticket sanitari
Dal 2009 sono aboliti, anche se l’ultimo “sì” spetterà alle regioni. Il costo dell’operazione sarà di 834 milioni di euro all’anno. Lo Stato fornirà un contributo di 400 milioni di euro. Ulteriori 77 milioni arriveranno dalla diminuzione degli stipendi dei dirigenti delle Asl e il taglio delle spese per gli apparati politici delle regioni. Ma per la somma mancante, le regioni dovranno provvedere da sé, attraverso razionalizzazioni della spesa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra finanziaria, ecco le novità