Lotta all’evasione, il fisco canta vittoria. Tutte le armi in campo

Diminuiscono in controlli ma aumenta il bottino del fisco. L'Agenzia delle Entrate dichiara 11 miliardi recuperati nella lotta all'evasione fiscale

Celebrare le proprie vittorie in genere ha una doppia funzione: galvanizzare le truppe e sconfortare i nemici. Con intenti un po’ meno bellicosi, forse, è grosso modo quello che fa il fisco tracciando un bilancio dell’azione di lotta all’evasione del 2010. Quasi 10,6 miliardi di euro recuperati, il 16% in più rispetto al 2009. Se si aggiungono i 480 milioni di riscossioni di interessi di mora e di maggiori rateazioni, il “bottino” finale supera gli 11 miliardi.

Un successo dovuto, secondo l’Agenzia delle Entrate, all’azione condotta su vari fronti, anche i migliori risultati vengono dal redditometro e dall’accertamento sintetico concluso con l’adesione o l’acquiescenza del contribuente. Ecco tutte le armi messe in campo (o quanto meno dichiarate) dal fisco.

Accertamento sintetico e redditometro, l’accoppiata vincente

Un ruolo strategico l’hanno avuto questi due strumenti, spesso confusi tra di loro. In realtà il redditometro è uno strumento del più ampio accertamento sintetico. Entrambi mirano a “presumere” il reddito del contribuente e il redditometro lo fa partendo dalle spese, sulla base del principio secondo cui “ogni euro speso corrisponde a un euro guadagnato”. Ma può esserci un accertamento che non si basa sul redditometro.

Nel 2010 sono stati svolti 30.443 controlli che hanno portato alla luce oltre 500 milioni di euro di imposta non versata. In particolare, sono schizzati verso l’alto (50% in più del 2009)  gli accertamenti sintetici con adesione (detto anche “concordato”) cioè quelli in cui il contribuente “pizzicato” patteggia la stima del reddito imponibile e ottiene uno “sconto” sulle sanzioni (1/3 del minimo previsto dalla legge).

Controlli, il fisco aggiusta il tiro

Selezione dei contribuenti da controllare sulla base di analisi di rischio ben profilate e con l’utilizzo delle banche dati a disposizione dell’Agenzia. In questo modo il fisco ha ridotto i controlli “a pioggia” e, a fronte di un numero di soggetti controllati sostanzialmente stabile, cresce sensibilmente l’evasione accertata.

Anche gli studi di settori (lo strumento per rilevare i parametri di reddito fondamentali dei lavoratori autonomi e delle imprese) vengono usati in modo più mirato. In media la maggiore imposta dovuta da ogni contribuente non congruo supera i 14mila euro (2mila in più rispetto al 2009) ma anche in questo caso il numero degli accertamenti diminuisce sensibilmente (25mila in meno).

Occhi puntati sui grandi contribuenti

Controlli più intensi sulle imprese medie e grandi. Raddoppia il numero di aziende di medie dimensioni controllate – che in un anno passano da poco più di 7mila a oltre 15mila – e il relativo incasso – 569 milioni di euro, più del doppio rispetto ai 234 del 2009. Va “meglio” ai pesci più grossi: per le grandi imprese i risultati nel 2010 si confermano in linea con l’anno precedente con 1,5 miliardi di euro di riscosso.

Task force Antifrode

Buoni risultati anche dalla task force Antifrode che ha accertato un imponibile non dichiarato di oltre 4 miliardi per le imposte dirette e di 2,4 miliardi per l’Irap, anche qui a fronte di una leggera contrazione del numero delle verifiche.

Attenti alle compensazioni

Aumentano anche i controlli sulle indebite compensazioni tra debiti e crediti d’imposta. Il credito medio non dovuto e recuperato passa da 34 mila a 43 mila euro per contribuente.

Non si salva nemmeno il terzo settore

Gli 007 del fisco hanno passato al setaccio anche gli enti non profit che godono di un regime fiscale agevolato, con 238 milioni di base imponibile non dichiarata e 28 milioni di Iva non versata. È il primo bilancio del giro di vite sui finti enti non commerciali, che approfittano delle agevolazioni dedicate al terzo settore. (A.D.M.)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lotta all’evasione, il fisco canta vittoria. Tutte le armi in&nb...