L’evasione fiscale si combatte partendo dalla casa

Sotto la lente del fisco gli affitti in nero e gli immobili fantasma

Sanzioni pesanti per gli affitti in nero, premi ai comuni che scovano le case fantasma, contrasto ai comodati gratuiti e alle casi ufficialmente sfitte. Il decreto sul federalismo municipale che si appresta a essere approvato dal Parlamento contiene su giro di vite verso i proprietari d’immobili. Infatti il provvedimento, oltre a disegnare i confini del nuovo fisco dei comuni, rende più efficaci le armi conto l’evasione fiscale.

Nel mirino ci sono i circa 50mila affitti in nero che ogni anno sottraggono alle casse dello Stato circa un miliardo di euro. Chi non si metterà in regola – la data deve essere ancora fissata – rischia una sanzione fino al 400% dell’imposta evasa e quattro anni di canone ai minimi (ovvero praticare sconti pari al 90%).

Invece i proprietari di case fantasma hanno tempo fino al 28 febbraio per l’emersione. Dopo potranno essere scovati dai sindaci, che beneficeranno di un premio per la lotta anti-evasione.

Infine sembra che l’esenzione fiscale sui comodati gratuiti debba essere abrogata e dovrebbe inasprirsi il conto fiscale per le case ufficialmente sfitte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’evasione fiscale si combatte partendo dalla casa