Legge di Stabilità 2014: web tax, esodati, mini Imu. Cosa cambia

Passa nella notte il testo definitivo. Retromarcia web tax e proroga mini-Imu. Tante le novità, eccole in sintesi

Dopo la maratona sugli emendamenti, compresi quelli più curiosi, nella notte è stato approvato in Commissione bilancio alla camera il testo definitivo della Legge di Stabilità. Il ddl passa da oggi all’esame dell’Aula, poi dovrà passare all’esame del Senato per la terza e ultima lettura. Ecco in sintesi le novità principali emerse nelle ultimissime ore di trattativa politica.

CAMBIA LA WEB TAX – Dopo le polemiche sorte negli ultimi giorni a proposito di una legge che, secondo molti, rischia di estromettere l’Italia al mercato globale relativamente alla rete, nella la cosiddetta web tax viene cancellato l’obbligo di aprire la partita Iva per aziende che operano nell’e-commerce, mentre rimane per gli spazi pubblicitari e il diritto d’autore. Ritirato anche l’emendamento di Luigi Bobba del Pd sulla nuova ‘Tobin tax’ con il governo che si è assunto l’impegno ad affrontare il tema durante il semestre di presidenza italiana della Ue.

CUNEO FISCALE – C’è il fondo taglia cuneo sponsorizzato dal Pd. Tuttavia, passa la versione "svuotata" della norma con la priorità data all’assegnazione delle risorse alle spese inderogabili e al rigore dei conti. Le tasse su imprese e lavoratori saranno tagliate in misura uguale e le risorse arriveranno dalla spending review e dalla lotta all’evasione fiscale.

TETTO AL CUMULO REDDITO-PENSIONE PER DIPENDENTI PA – Nessun divieto al cumulo reddito-pensione per i dipendenti pubblici, ma viene ora introdotto un tetto pari a 300mila euro applicabile anche ai vitalizi dei parlamentari. Il tetto è comunque escluso per i contratti in essere.

MINI-IMU IL 24 GENNAIO – Importante il capitolo Imu: c’è la conferma della proroga dal 16 al 24 gennaio per il pagamento della mini Imu sulla prima casa, la tassa per quei contribuenti residenti nei comuni che hanno deciso per il 2013 di alzare l’aliquota Imu. Circa 2,5 milioni di proprietari di prima casa, residenti in un Comune che applica un’aliquota superiore al 4 per mille, dovranno versare la mini-Imu per il 2013, pari al 40% della differenza tra l’imposta standard e quella realmente applicata dal municipio.

MAGGIORAZIONE TARES IL 24 GENNAIO – Il 24 gennaio è la deadline anche per la maggiorazione standard Tares (pari a 0,30 euro a metro quadrato) da chi non l’ha fatto entro il 16 dicembre scorso. Non è stato invece approvato l’emendamento sull’esenzione Imu per i fabbricati agricoli.

SANATORIA CARTELLE EQUITALIA – Mini condono per le cartelle esattoriali di Equitalia, comprese quelle con la fissazione al 28 febbraio 2014 del termine ultimo di versamento della somma dovuta, esclusi i relativi interessi di mora e gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo. Per consentire tali operazioni, la riscossione rimane sospesa fino al 15 marzo.

AIUTO AGLI ESODATI –  Via libera per un intervento di tutela per ulteriori 17mila esodati. Si tratta del quinto intervento del governo per l’accesso alla pensione per coloro che, in seguito alla riforma delle pensioni dell’ex ministro Fornero, sono rimasti sprovvisti sia della pensione stessa che di un’occupazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Legge di Stabilità 2014: web tax, esodati, mini Imu. Cosa cambia