In arrivo la Taser, la nuova service tax. Rischio stangata da 1000 euro per gli inquilini

Per l'Imu il capitolo è chiuso. La nuova "service tax", che accorperà a partire dal 2014 l'imposta sugli immobili e la tassa su rifiuti e servizi indivisibili, si chiamerà Taser. Unione Inquilini: 'una stangata media da circa mille euro rischia di abbattersi a partire dal prossimo anno sugli inquilini'

Imu addio. La decisione (più politica che economica) è stata comunicata al termine dell’atteso Consiglio dei ministri, presieduto dal premier Enrico Letta. Al posto dell’invisa tassa sugli immobili si configura un modello di tassazione comunale basata sui principi del "federalismo fiscale", che farà riferimento a beni e servizi offerti dai comuni e che superando il concetto di ‘tassa sulla proprietà immobiliare’.

Prima di avere la certezza che l’Imu del 2013 non sarà pagata bisognerà attendere ancora: il decreto garantisce infatti le coperture per l’abolizione definitiva della prima rata (altrimenti in scadenza il 16 settembre) ma non interviene sulla seconda: le coperture per la rata di dicembre saranno infatti rese note solo il 15 ottobre, con il decreto che accompagnerà la Legge di Stabilità. Su questo c’è il pieno impegno politico della maggioranza e del governo che dovranno trovare le coperture necessarie a tener fede allo slogan del giorno: "L’Imu sarà cancellata senza aumentare altre tasse". Ovvero, a saldi invariati, perchè l’operazione – garantisce Letta – dovrà comportare "la diminuzione del carico fiscale sulle famiglie italiane".

Sulle ceneri dell’Imu nascerà la Taser (un acronimo poco felice, che ricorda il nome delle controverse pistole elettriche e su Twitter c’è già chi ironizza "ecco la #TASER: metà tassa, metà laser. L’arma di distruzione di massa dei contribuenti).

COME SARA’ FORMULATA L’IMPOSTA
La nuova service tax sarà "costituita da due componenti, rifiuti e servizi indivisibili"così articolate:

– La prima componente (TARI), spiega Il Sole 24 Ore "sarà dovuta da chi occupa, a qualunque titolo, locali o aree suscettibili di produrre rifiuti urbani. Le aliquote, commisurate alla superficie, saranno parametrate dal Comune con ampia flessibilità, ma comunque nel rispetto del principio comunitario "chi inquina paga" e in misura tale da garantire la copertura integrale del servizio".

– La seconda componente (TASI), si legge sempre sul quotidiano "sarà a carico di chi occupa fabbricati. Il comune potrà scegliere come base imponibile o la superficie o la rendita catastale. Sarà a carico sia del proprietario (in quanto i beni e i servizi pubblici locali concorrono a determinare il valore commerciale dell’immobile) che dell’occupante (in quanto fruisce dei beni e servizi locali). Il Comune avrà adeguati margini di manovra nell’ambito dei limiti fissati dalla legge statale". 

Con l’introduzione della Taser, "la progressività può entrare". Lo rivendica il premier Enrico Letta, nella conferenza stampa al termine del Cdm. "Lo ritengo un pezzo importante e positivo della riforma che introduce elementi di equità che riequilibrano la stortura che c’era prima".

RISCHIO BATOSTA PER GLI INQUILINI
L’equità rivendicata dal premier viene tuttavia messa in discussione dall’Unione inquilini che attribuisce alla service tax la responsabilità di una possibile stangata media da circa mille euro, in procinto di abbattersi a partire dal prossimo anno su chi abita in affitto.
A stimarlo è l’Unione Inquilini con il presidente, Walter De Cesaris, che ha avvertito "non è ancora chiaro nei dettagli il meccanismo, ma è evidente che, a partire dal 2014, saranno a carico degli inquilini la maggior parte degli oneri relativi alla nuova tassa che, di fatto, anche negli importi, sostituirà sostanzialmente l’Imu oggi pagata dai proprietari". 
In tale contesto, prosegue De Cesaris "la sostanza è, pertanto, uno spostamento di imposizione fiscale dalla proprietà agli inquilini. Un bel regalo alla rendita immobiliare, come il taglio dell’Imu sulle case invendute dei costruttori che, invece di abbassare i prezzi o offrirle alla locazione a prezzi compatibili, si vedono offrire un vantaggio fiscale iniquo salvaguardando la speculazione".

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In arrivo la Taser, la nuova service tax. Rischio stangata da 1000 eur...