Il Fisco invia 12mila lettere in Lombardia

Si tratta ti 'avvisi' su possibili errori nei redditi dichiarati

L’agenzia delle Entrate spedirà nelle prossime ore e nei prossimi giorni ben 12mila lettere ai cittadini della Lombardia. Lettere che hanno la funzione di informarli su possibili errori o dimenticanze nei redditi dichiarati per il 2012 e consentire loro di correggerli dialogando con l’agenzia stessa.

Le comunicazioni, che avvengono via pec o via posta ordinaria, contengono informazioni tratte dall’incrocio con i dati in Anagrafe tributaria, allorché risultino delle somme non correttamente indicate nella dichiarazione relativa ai redditi dell’anno 2012.

Chi sarà oggetto della comunicazione ha due possibilità: se ritiene di avere le carte in regola può mettersi in contatto con le Entrate ed evitare che l’anomalia si traduca in futuro in un avviso di accertamento vero e proprio. Se invece ha ragione il Fisco, il contribuente potrà regolarizzare in maniera agevolata la propria posizione con le sanzioni ridotte previste dal nuovo ravvedimento operoso.

Errori o dimenticanze che,in passato, avrebbero subito fatto partire l’avviso di accertamento e cheinvece, con la nuova impostazione impressa ai controlli, vengonopreventivamente sottoposti all’attenzione del contribuente.

Leggi anche:
Ravvedimento operoso 2016. Le novità per il calcolo delle sanzioni
Le notifiche Equitalia via Pec non funzionano

Il Fisco invia 12mila lettere in Lombardia