Google chiude il contenzioso con il fisco italiano

(Teleborsa) – Il colosso del web Google, brand principale della compagnia quotata Alphabet, ha raggiunto un accordo con il fisco italiano, impegnandosi a pagare una multa di 306 milioni di euro.

L’intesa è stata raggiunta con l’Agenzia della Entrate, dopo un anno di trattative – fra azienda, fisco e procura – coordinate dall’ex Guardasigilli Paola Severino, chiudendo un contenzioso relativo ad imposte non pagate fra il 2002 ed il 2015.

In particolare, la multa è comprensiva dei tributi più recenti, relativi al 2014 e 2015, e di un vecchissimo contenzioso per il periodo 2002-2006. Gli importi sono riferibili in gran parte alla divisione italiana (303 milioni) ed in piccolissima parte a quella irlandese (3 milioni). 

Il contenzioso era partito dopo un accertamento fiscale su cinque top manager, accusarti di mancato versamento dell’IRES per il periodo 2009-2013 e di aver evaso 95 milioni di tasse sul fatturato realizzato in Italia e contabilizzato in Irlanda, Paesi Bassi e Bermuda.

Il colosso del web oggi ha anche confermato un attacco sui suoi account Gmail, che si è concretizzato in un tentativo di intrusione e furto di dati e profili, realizzato mediante una email di phishing attribuita a Google Docs.. Secondo gli esperti sarebbero state violate 1 milione di utenze. La società ha però già rimosso le pèagine cui rinviava il link e l’app che consentiva di avere accesso dai dati personali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Google chiude il contenzioso con il fisco italiano