Fisco, nei primi cinque mesi aumentano le entrate tributarie

(Teleborsa) – Le entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-maggio 2017 evidenziano nel complesso un aumento dell’1,9% (+ 2.953 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo comunica il Ministero dell’ Economia e Finanze (MEF) che spiega che nel periodo preso in considerazione le entrate tributarie erariali ammontano a 159.423 milioni di euro. Al netto del gettito del canone televisivo, che nei primi cinque mesi è stato pari a 642 milioni di euro, le entrate crescono dell’1,5%.

IMPOSTE DIRETTE

Queste Registrano un gettito complessivamente pari a 80.704 milioni di euro, in aumento dell’1,4% (+ 1.135 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le entrate IRPEF ammontano a 72.430 milioni di euro, in crescita di 1.149 milioni di euro (+1,6%) per effetto principalmente dell’andamento positivo delle ritenute da lavoro dipendente e da pensione (+1.178 milioni di euro, +1,8%). Gli introiti dell’IRES registrano un incremento di 211 milioni di euro (+16,3%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Le entrate dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nonché ritenute sugli interessi ed altri redditi di capitale mostrano una crescita tendenziale pari a +1,7%. Prosegue il trend negativo delle imposte sostitutive sui redditi da capitale e sulle plusvalenze (- 161 milioni di euro, pari a –24,6%) e quello dell’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione (–9 milioni di euro, pari a –1,3%).  All’andamento delle imposte dirette di gennaio-maggio 2017 ha contribuito anche il gettito derivante dalla collaborazione volontaria (c.d voluntary disclosure), introdotta per favorire la regolarizzazione di capitali finora non dichiarati al Fisco, che ha fatto registrare versamenti per 405 milioni di euro, con una diminuzione di 348 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2016.

IMPOSTE INDIRETTE
Il gettito ammonta a 78.719 milioni di euro, in aumento del 2,4% (+1.818 milioni di euro) rispetto ai primi cinque mesi dell’anno precedente. Le entrate dell’IVA sono pari a 46.761 milioni di euro con un incremento di 1.912 milioni di euro (+4,3%).  
Tra le imposte sulle transazioni, l’imposta di registro segna una diminuzione dell’8,1%. Le entrate dell’accisa sui prodotti energetici, loro derivati e prodotti analoghi (oli minerali) si attestano a 9.210 milioni di euro (-0,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso).

ENTRATE DA GIOCHI
Il gettito relativo ai giochi, pari a 5.879 milioni di euro, presenta, nel complesso, una sostanziale stabilità rispetto allo stesso periodo del 2016.

ENTRATE DA ACCERTAMENTO E CONTROLLO
Le entrate derivanti dall’attività di accertamento e controllo, riferite solo ai ruoli dei tributi erariali, si sono attestate a 3.491 milioni di euro e presentano una lieve variazione negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-30 milioni di euro, pari a -0,9%).

Fisco, nei primi cinque mesi aumentano le entrate tributarie