Fisco, la Corte dei Conti boccia l’Archivio dei rapporti finanziari

(Teleborsa) – La Corte dei Conti boccia l’Archivio dei rapporti finanziari, l’apposita sezione dell’Anagrafe tributaria istituita per rendere più efficiente l’attività di controllo in ambito fiscale eseguita ai fini delle imposte sui redditi e dell’imposta sul valore aggiunto, consentendo lo svolgimento di indagini finanziarie in modo mirato nei confronti dei soli operatori con i quali il soggetto controllato ha instaurato rapporti di natura finanziaria.

Nel rapporto presentato oggi, 18 settembre, la magistratura contabile ha riscontrato “gravi ritardi” nella realizzazione dell’impianto definitivo dell’Anagrafe”, prevista fin dal 1991 ma divenuta effettivamente operativa ed accessibile da tutti i soggetti legittimati sono nel 2009.

Ma “ben più grave è la situazione riscontrata relativa al suo concreto ed effettivo utilizzo per la lotta all’evasione, per il quale deve rilevarsi una grave inadempienza dell’Agenzia, che non ha mai elaborato le previste liste selettive né, successivamente, le analisi del rischio evasione e, di conseguenza, non ha potuto riferire alle Camere sui risultati della lotta all’evasione derivanti dall’utilizzo dell’Anagrafe dei rapporti finanziari. E’ stato quindi, ad oggi, del tutto pretermesso di dare attuazione a un chiaro disposto normativo”, si legge ancora nell’indagine.

Fisco, la Corte dei Conti boccia l’Archivio dei rapporti fi...