Fisco: per un italiano su quattro l’imposta è pari a zero

Il 27% delle persone fisiche dichiara di essere sotto il reddito minimo. Pagano dipendenti e pensionati. Tra le imprese, le piccole dichiarano solo il 5,3% dell'imposta complessiva

Un italiano su quattro non paga le tasse. E’ un modo molto più semplice per dire ciò che oggi tutti i giornali riferiscono: “Un contribuente su quattro, cioè il 27% delle persone fisiche, ha dichiarato una imposta netta pari a zero nella dichiarazione fiscale del 2008″ (la Repubblica).
Sono i dati che ha diffuso ieri il ministero dell’Economia.

Questo sebbene dalle dichiarazioni dei redditi emerga un aumento del 2,2% dei contribuenti, che salgono a 41 milioni 663 mila, e un incremento del 4,2% del reddito complessivo, pari a 772 miliardi di euro.
A pagare al Fisco sono in realtà solo 30 milioni e mezzo di contribuenti sul totale di 41 milioni 663 mila, poichè il 27% dichiara imposta netto zero, per effetto del basso reddito o per le deduzioni e detrazioni. L’incidenza media dell’imposta netta sul reddito complessivo resta invariata nel periodo d’imposta 2007 al 18,4%. L’importo medio pro capite è pari a 4.670 euro.

In base alle dichiarazioni, la metà dei contribuenti italiani non supera 15.000 euro di reddito e il 91% rimane sotto i 35.000.
Poco meno dell’1% dichiara redditi superiori a 100.000 euro.
Il 52% dell’imposta è pagata dal 12% dei contribuenti con redditi oltre i 35.000 euro.

Manco a dirlo, i redditi dichiarati derivano per il 78% da retribuzioni da lavoro dipendente e da pensioni, per il 5,5% da redditi da partecipazione, per il 5% da redditi d’impresa e per il 4,2% da redditi da lavoro autonomo.

Se si passa alle imprese, emerge invece che in Italia non conviene aprirne una. Infatti, quasi una società su due risulta in perdita per il Fisco.
Sono i dati relativi all’imposta sui redditi delle società (Ires) nel 2008.
Le società con reddito positivo – spiega il dipartimento delle Finanze – sono localizzate principalmente nelle regioni del Nord. La distribuzione dell’imposta complessiva è concentrata nelle imprese di dimensioni maggiori: lo 0,8% delle società dichiara il 58% dell’imposta ed il 53% delle società minori (fino a 500.000 Euro di componenti positivi Irap) dichiara solo il 5,3% dell’imposta.

Siamo molto poveri o molto evasori? Di’ la tua

Fisco: per un italiano su quattro l’imposta è pari a zero