Fisco: con il “Saldo e Stralcio” al via il condono delle cartelle

Pubblicato, sul sito internet dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, il modulo "SA-ST" per la domanda di adesione alla sanatoria prevista dalla Legge di Bilancio.

(Teleborsa) – Pubblicato, sul sito internet dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, il modulo “SA-ST” per la domanda di adesione alla sanatoria prevista dalla Legge di Bilancio. Parte, dunque, il condono previsto dal provvedimento, che, attraverso il modello “SA-ST” (Saldo e Stralcio), consente alle persone in situazione di grave e comprovata difficoltà economica, cioè con un ISEE inferiore ai 20mila euro, di mettersi in regola pagando tra il 16% ed il 35% delle cartelle esattoriali in materia di pendenze fiscali e contributive.

Lo stampato, reperibile anche presso tutti gli sportelli fisici dell’Agenzia, dovrà essere presentato entro il prossimo 30 aprile 2019 dalle persone fisiche che avessero contratto debiti tra il primo gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2017, poi affidati all’agente della riscossione.

Il “Saldo e Stralcio”, dunque, prevede la possibilità di regolarizzare la propria posizione nei confronti del mancato pagamento della dichiarazione dei redditi o dei contributi dovuti dagli iscritti alle casse previdenziali. Un’occasione valida anche per chi non avesse ancora completato il perfezionamento dovuto dalle passate rottamazioni sulle imposte, e che prevede il pagamento del 16% a titolo di capitale e interessi se si ha un ISEE familiare sotto gli 8.500 euro, il 20% se l’ISEE è tra 8.500 e 12.500 euro, il 35% se si è tra 12.500 e 20.000 euro. Per chi dovesse rientrare, invece, nella procedura di liquidazione per sovraindebitamento, la percentuale di pagamento sarebbe del 10%.

Viceversa, coloro i quali non avessero i requisiti per accedere al “Saldo e Stralcio” e presentassero ugualmente la domanda, sarebbero automaticamente considerati per l’accesso alla rottamazione-ter.

Fisco: con il “Saldo e Stralcio” al via il condono delle&n...