Fisco, aumentano le entrate tributarie di gennaio

(Teleborsa) – Nel mese di gennaio 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 35.592 milioni di euro, segnando un incremento di 407 milioni di euro rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+1,2%). Al risultato contribuiscono le imposte dirette, che aumentano del 2%, mentre si riducono le imposte indirette (–0,7%). E’ la fotografia scattata dal Ministero dell’Economia e Finanze che spiega che le imposte dirette risultano pari a 24.930 milioni di euro, con un aumento di 483 milioni di euro (+2%) rispetto a gennaio 2017. La crescita delle imposte dirette riflette essenzialmente l’andamento delle ritenute IRPEF sui lavoratori dipendenti e sui pensionati (+570 milioni di euro, +2,7%). Positivo anche il risultato dell’IRES che registra una crescita di 84 milioni di euro (+32,3%).

Le imposte indirette, che ammontano a 10.662 milioni di euro, registrano una variazione negativa di 76 milioni di euro. Il risultato è legato all’andamento del gettito dell’IVA (–219 milioni di euro, – 3,9%) e, in particolare, alla componente di prelievo sugli scambi interni che registra una flessione di 407 milioni di euro, essenzialmente riconducibile a fattori tecnici. Il saldo versato dai contribuenti
nel mese di gennaio (-9,2%) è seguito ai versamenti in acconto del mese di dicembre (+8%) . Positivo il prelievo sulle importazioni (+188 milioni di euro, +15,6%).

Entrate da accertamento e controllo

Il gettito dei ruoli derivanti dalle entrate tributarie si è attestato a 686 milioni (–12 milioni di euro, –1,7%) di cui: 400 milioni di euro (–26 milioni di euro, –6,1%) sono affluiti dalle imposte dirette e  286 milioni di euro (+14 milioni di euro, +5,1%) dalle imposte indirette.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fisco, aumentano le entrate tributarie di gennaio