Equitalia, debito spalmabile in 72 rate. Ecco il modello

La possibilità è stata inserita nel decreto Milleproroghe approvato in Parlamento

La legge di conversione del decreto Milleproroghe ha ufficializzato la possibilità – per chi ha debiti con Fisco ed è "decaduto" lo scorso 31 dicembre 2014 – di utilizzare il modello con scadenza il 31 luglio 2015 per la domanda di pagamento in 72 rate.

Vedi anche:
Il Milleproroghe è legge. Regime minimi, sfratti, Equitalia: cosa cambia
Concorrenza: penale per cambio gestore? Ecco quando scatta
L’Agenzia delle Entrate non calcola gli interessi. Ma solo quando è debitrice
Rateizzazione Equitalia: tasse in 10 anni e stop al pignoramento della casa

IL PIANO ORDINARIO – Il provvedimento consente a chi non ha pagato le rate Equitalia  – ed è decaduto dal piano di dilazione dei debiti fiscali lo scorso 31 dicembre 2014 – di essere riammesso facendo apposita richiesta entro il 31 luglio. Il nuovo piano può prevedere un massimo di 72 rate da versare mensilmente, quindi un piano di rateazione ordinario.

IL PIANO STRAORDINARIO – A seconda delle necessità del contribuente, è possibile accedere ad un piano di rateazione ordinario ( 72 rate mensili) o straordinario ( 120 rate mensili). Nel primo caso, valevole in caso di debiti sotto i 5omila euro, non occorre allegare alla richiesta particolari documenti ed è possibile farlo online, tramite apposito servizio predisposto da Equitalia ( https://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/servizi/rateazioni-online/).
Per la richiesta di accesso al piano straordinario, per importi sopra i 50mila euro, occorre invece presentare documenti che attestano la grave situazione di difficoltà economica in cui versa il contribuente.(Continua sotto)

IL MODELLO – I contribuenti interessati potranno richiedere fino a un massimo di 72 rate (6 anni) presentando la domanda entro il prossimo 31 luglio con un modulo disponibile nella sezione Modulistica – Rateazione del sito www.gruppoequitalia.it).

I LIMITI – Esistono comunque alcuni limiti rispetto alle regole generali sulla rateizzazione: il nuovo piano concesso non è prorogabile e decade in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive (anziché 8 rate).

GLI ESCLUSI – Coloro i quali, pur essendo decaduti al 31 dicembre 2014 da precedenti dilazioni, vantano crediti nei confronti della Pa superiori a 10mila euro e presentano la domanda di rateazione dopo l’eventuale segnalazione all’agente della riscossione, non sono ammessi al nuovo piano di rateazione Equitalia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Equitalia, debito spalmabile in 72 rate. Ecco il modello