Chi ha l’elettricità paga il canone Rai

In questo modo il neo ministro allo Sviluppo Economico, Paolo Romani, vuole colpire l’evasione

Canone Rai “ancorato” alla bolletta della luce. E’ questa l’idea del ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani per contrastare la forte evasione dall’imposta. “A tutti i titolari di un contratto di fornitura di elettricità – ha detto il ministro in un’intervista al Corriere della Sera – sarà chiesto di pagare il canone perché, se uno ha l’elettricità, ha anche l’apparecchio tv. Chi non ha la televisione dovrà dimostrarlo e solo in quel caso non pagherà”.

Romani non spiega, però, è come dovrebbe fare un cittadino a mostrare di non avere in casa un apparecchio tv. Problema non secondario visto che l’ipotesi del ministro introduce una “presunzione di possesso di tv”.
La riforma del canone dovrebbe essere presentata o col decreto milleproroghe o comunque entro l’anno e servirà ad azzerare la grande evasione.
”Circa il 30% di chi dovrebbe pagare il canone – afferma il ministro – non lo fa”. Per questo, assicura Romani, dal 2012 l’importo si ridurrà ”secondo il principio che se pagano tutti, pagano meno”.

Sulla tema incentivi alle imprese, Romani annuncia che saranno “riordinati in tre categorie: automatici, bandi per finanziare programmi completi, negoziati per i grandi progetti”. Per quanto riguarda gli interventi chiesti da Confindustria, il ministro assicura che “per il progetto 2015 attiveremo investimenti pari a 2 miliardi di euro su energia, mobilità e made in Italy”.

Chi ha l’elettricità paga il canone Rai