Sconti fiscali per il risparmio energetico

Detrazioni e bonus. Ecco la ricetta proposta dalla Finanziaria per ridurre i consumi

 

Nella manovra 2008 non mancano stanziamenti, anche significativi, sul versante degli incentivi fiscali a favore del risparmio energetico. Alcuni interventi sono riproposti, rivisti, corretti e prorogati. Altri rappresentano una novità assoluta.

La macchina delle agevolazioni messa in campo dalla legge finanziaria ammonta a quasi un miliardo di euro. Una bella somma, sicuramente in grado di incentivare le famiglie a fare investimenti ecologici. Ecco in sintesi quali sono gli eco-bonus previsti.

Riqualificazione energetica degli edifici

Tre anni in più di sgravi fiscali. La detrazione fiscale del 55% delle spese per gli interventi per l’efficienza energetica delle edifici (caldaie ad alto rendimento, doppi vetri, isolamento termico delle pareti, pannelli solari per la produzione di acqua calda), già prevista nella Finanziaria dello scorso anno, viene prorogata a tutto il 2010.

Eliminato l’obbligo di attestato energetico per la sostituzione di finestre e l’installazione di pannelli solari.

Per tutti gli interventi la detrazione può essere ripartita in un numero di quote annuali di pari importo non inferiore a tre e non superiore a dieci. La scelta spetta unicamente al contribuente, al momento della prima detrazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sconti fiscali per il risparmio energetico