Fisco, arriva il condono per chiudere le liti tributarie

Agevolazioni per chiudere 170mila contenziosi con l’amministrazione fiscale

Via libera alle agevolazione per porre fine alle 170mila liti fiscali pendenti, una mossa – contenuta nella manovra correttiva – che dovrebbe portare alle casse dello Stato circa 112 milioni di euro.
E’ questo l’effetto delle norme sulla chiusura delle liti fiscali fino a 20mila euro pendenti al 1° maggio 2011. Disposizioni che si ricollegano all’introduzione del reclamo preventivo e della mediazione delle future controversie fiscali dello stesso valore.

Dunque possono essere chiuse le liti nate in seguito a provvedimento impositivo dell’agenzia delle Entrate: avvisi di accertamento, provvedimenti di irrogazione delle sanzioni. Esclusi gli atti di liquidazione e riscossione delle imposte dovute: cartelle di pagamento, avvisi di liquidazione, a meno che tali atti svolgano anche funzione impositiva (rettifiche di detrazioni non spettanti, per esempio).

Il valore della liti deve essere al massimo di 20mila euro, considerando solo l’importo dovuto per l’imposta, esclusi interessi, indennità e sanzioni collegate al tributo.

Per le controversie di valore fino a 2.000 euro è dovuto l’importo forfetario di 150 euro; per quelle di valore superiore, invece, l’importo da pagare è pari:
– al 10% del valore, se nell’ultima o unica pronuncia giurisdizionale non cautelare resa sul merito o sull’ammissibilità dell’atto introduttivo del giudizio è risultata soccombente l’agenzia delle Entrate;
– al 50% del valore se è soccombente il contribuente;
– al 30% del valore, se la lite pende ancora nel primo grado di giudizio e non è stata resa alcuna pronuncia giurisdizionale non cautelare.
In caso di soccombenza parziale, è dovuta una somma pari al 10% sulla quota in cui è soccombente l’amministrazione e al 50% sulla quota in cui è soccombente il contribuente.
Le somme dovute dovranno essere versate in unica soluzione, entro il 30 novembre 2011.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fisco, arriva il condono per chiudere le liti tributarie