Condominio, ci si può staccare dal riscaldamento anche se tutti pagano di più

Cassazione "individualista". Un singolo condomino può chiudere il proprio riscaldamento anche se tutti i vicini ne risentono

In condominio prevale l’interesse del singolo. Può sembrare paradossale ma secondo la Cassazione conta più la libertà individuale del (modesto) danno collettivo E l’assemblea condominiale non può impedire al singolo condomino di staccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato anche se questo costringe i vicini ad aumentare la temperatura nei loro appartamenti per compensare la diminuzione di calore (e quindi a pagare di più).

Lo stabilisce una recente sentenza della Cassazione. La circostanza che l’appartamento che chiede il distacco confini sopra, sotto e su tutti i lati con altri appartamenti non può essere invocata dall’assemblea come elemento per negare l’autorizzazione.

Contiguità dell’appartamento,
la motivazione non regge

Tutto parte da una delibera assembleare che negava al condomino il permesso di staccarsi dall’impianto centralizzato. Il condomino aveva impugnato la delibera davanti al Tribunale, ma il ricorso era stato respinto. Il successivo ricorso in Cassazione ha invece ribaltato la decisione. La Corte ha accolto la domanda del proprietario dell’appartamento che chiedeva il distacco spiegando che “Se si dovesse aderire alle conclusioni della sentenza impugnata, quel distacco dall’impianto i riscaldamento centralizzato che questa S.C. [Suprema Corte] ammette in linea di principio sarebbe sempre da escludere in concreto, in quanto nell’ambito di un condominio ogni unità immobiliare confina con almeno un’altra unità immobiliare, per cui il distacco dall’impianto centralizzato da parte di uno dei condomini provocherebbe sempre quel tipo di squilibrio termico al quale ha fatto riferimento la sentenza impugnata e che comunque era stato implicitamente considerato irrilevante da parte di questa S.C. nella propria precedente sentenza, anche in considerazione che la stessa situazione senza che il condominio potesse lamentarsi per lo squilibrio termico conseguente, si sarebbe potuta verificare ove il (condomino) avesse chiuso i propri radiatori”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Condominio, ci si può staccare dal riscaldamento anche se tutti pagan...