Carta d’identità, ora vale 10 anni

Prorogate per legge quelle ancora valide. Basta un semplice timbro per il rinnovo


 

La manovra d’estate ha raddoppiato la durata della carta d’identità. Il rinnovo dovrà avvenire a distanza di 10 anni dall’emissione. Spetterà al Comune di residenza  provvedere a scandire le informazioni utili cui ottemperare per ottenere il rinnovo. Il decreto 112 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 25 giugno (pdf), e dunque in vigore a partire dal giorno successivo, equipara la durata di validità del documento d’identità per antonomasia a quella dei passaporti. La proroga si applica anche alle carte d’identità in corso di validità alla data di entrata in vigore del decreto.

Per quanto riguarda l’aggiornamento, il Comune dovrà dotarsi di un timbro per estendere il corso di validità del documento di riconoscimento, con apposita dicitura.  Corre l’obbligo di recarsi allo sportello solo per quanti abbiano i documenti in scadenza. Notizie rassicuranti per chi deve andare in ferie. Il Ministero dell’Interno puntualizza che “qualsiasi documento d’identità non scaduto alla data del 25 giugno 2008 verrà convalidato in qualunque momento dall’ufficio anagrafe, fino al compimento della data del rilascio originario“.

Dovrà arrendersi all’usura chi possiede una carta d’identità deteriorata. Le carte in pessimo stato di conservazione non potranno avvalersi del semplice timbro, sono da rifare. Chi sta pianificando un lungo viaggio, di almeno 12 mesi, invece, è tenuto a espletare le modalità del rinnovo. La polizia di frontiera è stata già avvertita sulle modalità di applicazione dei nuovi provvedimenti. Per le carte in scadenza nel 2009, si potrà apporre il timbro fino a sei mesi prima del naturale decorso del documento. La proroga non interessa la cosiddetta “carta bianca“, vale a dire quella riservata ai minori di 15 anni. Per il rinnovo della carta d’identità elettronica, verrà rilasciato un attestato comprovante la proroga. Nel caso di italiani residenti all’estero, o iscritti all’Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero, è possibile ottenere l’attestazione di validità dal Consolato, ove l’ente rilasci documenti personali. In caso contrario occorre recarsi presso il Comune nel quale si risulta iscritti.     

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carta d’identità, ora vale 10 anni