In vista un aumento per il canone Rai

Ma l'adeguamento al tasso dell'inflazione programmata non sarà sufficiente a far uscire l'azienda dalla pesante crisi in cui versa.

 

Il canone Rai aumenterà nel 2009 di 1,53 euro, in modo da adeguare l’importo all’inflazione programmata. In pratica la tassa passerà dagli attuali 106 euro a 107,5 euro, con un maggior introito per le casse di viale Mazzini di 24 milioni di euro. E’ questa la decisione che dovrebbe prendere in questi giorni il ministero dello Sviluppo Economico.
Un rialzo che, però, potrebbe rivelarsi insufficiente per affrontare la pesante situazione di crisi in cui versa la televisione pubblica.

SONDAGGIO: FAVOREVOLE ALL’AUMENTO DEL CANONE PER SALVARE LA RAI?

Nei giorni scorsi il direttore generale della Rai, Claudio Cappon, ha avvertito che l’adeguamento all’inflazione non è sufficiente. “La raccolta pubblicitaria – ha spiegato Cappon – sta diminuendo e non ha più raggiunto il livello che era stato raggiunto nel 2000”. L’ipotesi paventata sarebbe quella di un adeguamento più robusto, attorno ai 10 euro.

Chiedere di risolvere i guai dell’emittente di Stato mettendo le mani in tasca agli italiani, è una soluzione che piace poco alla maggioranza di governo. Anche perché la tendenza, seppure accennata nel recente pacchetto anti-crisi, è quella di allentare la pressione fiscale per ridare fiducia e più potere d’acquisto ai cittadini.

Ecco che, allora, l’attenzione passa alle politiche di contenimento dell’evasione del canone. Un tema su cui i vertici Rai si stanno sbizzarrendo in soluzioni-cappio per i contribuenti. L’ultima, in ordine di tempo, è quella di legare il pagamento della tassa a quello delle utenze elettriche.

L’idea non è nuova, ma come in passato, le perplessità per una sua introduzione sono parecchie. La tesi “pago la bolletta della luce dunque ho un televisore” è tutto da dimostrare. A meno che non si voglia trasformare il canone, che è una tassa (pago in cambio di un servizio) in un’imposta sulla casa.
(F.C.)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In vista un aumento per il canone Rai