Canone Rai in bolletta – utenza disattivato e nessuna nuova attivazione: come pago il canone? Risponde l’Agenzia delle Entrate

Con il Canone Rai in bolletta pagheranno solamente i titolari di un contratto di fornitura d'energia residente. Zero spese per chi chiude le forniture

Canone Rai in bolletta, cosa fare quando si disattiva l’utenza? Può capitare di chiudere un contratto di fornitura d’energia elettrica senza aprirne uno nuovo. Da quando il canone TV è stato inserito in bolletta, questa situazione potrebbe creare problemi con il fisco. A questo proposito, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito anticipatamente come è necessario procedere per essere in regola. Nella sostanza, il cittadino riceverà, all’interno dell’ultima fattura dell’energia elettrica del proprio fornitore, sia il conguaglio per l’utenza sia quello per il Canone Rai.

Dopo avere provveduto a pagare gli importi dell’ultima bolletta, entrambi gli oneri saranno estinti e la posizione regolarizzata. Infatti, la normativa prevede che il Canone Rai in bolletta possa essere addebitato solamente agli utenti in possesso di un contratto residente che non abbiano inviato il modulo per la comunicazione di non possesso della televisione. Pertanto, tutti coloro che chiederanno la chiusura del proprio punto di connessione o che faranno voltura in favore di una terza persona, non dovranno preoccuparsi di ricevere ulteriori addebiti relativi al canone TV.

Tuttavia, è bene sapere che dopo avere fatto la disdetta del contratto d’energia elettrica, l’importo residuo del Canone Rai in bolletta, potrà essere corrisposto solamente compilando l’apposito modello F24. I termini per saldare la propria posizione amministrativa scadono il 31 ottobre. La data di pagamento, con validità ai sensi della normativa fiscale, è quella riportata sul modulo stesso. È importante in questo caso provvedere al pagamento entro la data fissata, onde evitare ulteriori sanzioni amministrative.

Il modulo F24 può essere versato presso il proprio sportello bancario oppure tramite un intermediario abilitato. In questo secondo caso, farà fede la data riportata nella ricevuta di invio del pagamento, rilasciata tramite l’apposito portale. Per quanto riguarda l’importo relativo al Canone Rai in bolletta, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che, in caso di disattivazione dell’utenza, al cittadino saranno imputate solamente le rate mancanti per coprire il periodo di utilizzo. Per cui, non sarà necessario corrispondere l’intero importo annuale, ma solamente la parte rimanente fino alla data di conclusione contrattuale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone Rai in bolletta – utenza disattivato e nessuna nuova atti...