Canone Rai in bolletta – che devo fare se sono titolare di più utenze elettriche? Risponde l’Agenzia delle Entrate

Nuovo canone Rai in bolletta e contratti elettrici, i titolari di più forniture riceveranno un solo addebito, presso l'indirizzo dell'utenza residenziale

Con il Canone Rai in bolletta chi è titolare di diverse utenze elettriche, non è tenuto a pagare la tassa più volte. L’importo sarà inserito solamente nella fattura relativa all’abitazione presso cui si risiede. Quali caratteristiche deve avere il contratto per la fornitura elettrica ? Semplicemente deve riportare l’indirizzo di residenza ed avere una tipologia d’uso domestico residenziale. Questa dicitura è abbinata automaticamente dai fornitori a chi stipula un contratto per la casa in cui vive. Qualora si sia in possesso di più utenze, è bene verificare i requisiti di ciascuna.

Per prima cosa, devono essere controllati, ed eventualmente aggiornati, il codice fiscale, l’indirizzo e la tipologia d’uso. A questo proposito è utile anche considerare il costo orario applicato dal gestore che, nel caso di tariffa residente è inferiore rispetto al non residente. In linea generale, comunque, non dovrebbe essere possibile avere più contratti domestici con residenza, poiché tutte le altre bollette dovrebbero riportare una dicitura d’uso differente.

Diverso è il caso di una famiglia in cui più di un componente è in possesso di diverse utenze. In questo caso, potrebbe accadere che a più persone, residenti presso lo stesso indirizzo, venga richiesto l’addebito del Canone Rai in bolletta. Per ovviare a questa situazione, è bene che il titolare di più utenze che non detiene il contratto di residenza del luogo in cui vive, mandi apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate. Il modello da utilizzare per evitare l’addebito è l’autocerticazione di non possesso TV. Al contrario di coloro che devono informare gli Enti di non avere la televisione, i titolari di più utenze dovranno compilare solamente il Quadro B.

In particolare, sarà necessario richiedere un singolo addebito del canone TV presso l’utenza elettrica intestata ad un altro membro della famiglia, di cui deve essere specificato il codice fiscale. Qualora il Canone Rai in bolletta venga erroneamente inserito nella fattura dell’ energia elettrica prima dell’invio del modulo, sarà necessario attendere di poter fare la richiesta di rimborso delle spettanze già versate in eccesso. In tutte le situazioni in cui i requisiti sopra descritti dovessero variare, è compito del cittadino presentare comunicazione all’Agenzia delle Entrate con il medesimo modulo, a mezzo raccomandata A/R o tramite portale.

Canone Rai in bolletta – che devo fare se sono titolare di più utenze elettriche? Risponde l’Agenzia delle Entrate
Canone Rai in bolletta – che devo fare se sono titolare di più ...